UFO.. Espandiamo la ricerca attraverso un' apertura....Non si sa mai! ha.ha.ha..

GLI UFO POSSONO ESSERE UN FENOMENO OLOGRAFICO?

Quando la gente iniziò a riferire, alla fine degli anni '40 ( ma i primi avvistamenti, com'è noto, sono molto più antichi), di avvistamenti di navicelle provenienti da altri pianeti, molti ricercatori presero il fenomeno molto sul serio e presupposero che fossero esattamente ciò che sembravano: apparecchi guidati da intelligenze più avanzate, probabilmente extraterrestri, nel senso classico del termine. Tuttavia, quando gli incontri divennero più diffusi specialmente quelli che comportavano un contatto con i loro occupanti divenne evidente per molti che questi oggetti potevano non essere originariamente extraterrestri. Le ragioni di questa interpretazione potrebbero essere le seguenti: * Si verificano troppi avvistamenti. Come sappiamo, sono documentati migliaia di incontri con UFO e loro occupanti. * Gli occupanti di UFO molto spesso non presentano caratteristiche che ci si aspetterebbero in una forma di vita davvero extraterrestre, secondo i nostri canoni. È chiaro che nessuno potrebbe, almeno con le basi scientifiche attuali, descrivere con sufficiente esattezza le molteplici variabili e condizioni che entrerebbero in gioco nella creazione di altre forme di vita intelligente, a meno di farlo con infinita presunzione. Molti sono descritti come umanoidi, respirano la nostra aria, non sembrano essere sensibili ai virus terrestri, sopportano la nostra gravità, mostrano alcune emozioni e parlano il nostro linguaggio. Sono caratteristiche possibili, intendiamoci, ma abbastanza improbabili. Non si comportano come visitatori extraterrestri, o meglio, non come ci aspetteremmo. C'è, inutile negarlo, una componente illogica nella metodologia adottata dai presunti alieni negli incontri ravvicinati. Infine gli UFO non si comportano nemmeno come gli oggetti materiali ma come qualcosa di ben diverso. Possono cambiare dimensione, scomparire all'improvviso. apparire dal nulla, cambiare colore e forma. Molti ricercatori sono giunti alla conclusione che, piuttosto che provenire da altri sistemi stellari, gli UFO possano essere visitatori da altre dimensioni o livelli di realtà, avendo delle caratteristiche di tipo olografico. Mentre, com'è noto, CarI Jung propose ed evidenziò la componente psicologica e archetipica del fenomeno UFO, senza peraltro negarne la realtà oggettiva, Vallée portò l'osservazione un passo avanti. Togliendo la componente archetipica, alla radice del fenomeno c'è un qualcosa di più vasto, di pulsante, di vivo che cambia la sua forma quasi adeguandosi alla cultura ed al momento nel quale si manifesta. Vallée non identifica questo "qualcosa", ma dichiara che sembra essere intelligente e senza tempo. Gli UFO sono più intelligenza "aliena" che fenomeno paranormale. E se fossero anch'essi una materializzazione indotta di tipo olografico proveniente da una dimensione coniugata dell'universo? Una materializzazione indotta e quindi voluta? Potrebbe essere uno dei modi attraverso i quali una intelligenza di incredibile complessità sta comunicando con noi da una specie di multi-universo che ci circonda (o compenetra) e che la scienza ha sempre rifiutato di prendere in considerazione. Se riceviamo la visita di esseri per qualche verso inconsistenti e plasmabili nella forma, può non essere affatto sorprendente che essi possano apparire in una moltitudine camaleontica di forme e che, in effetti, il loro aspetto reale potrebbe essere talmente al di là delle nostra comprensione che potrebbero essere le nostre menti organizzate e stimolate olograficamente a dare loro queste forme. Allo stesso modo in cui "trasformiamo" gli esseri di luce incontrati durante le esperienze NDE (esperienze di pre-morte) in personaggi religiosi, le nostre menti scolpiscono forse l'aspetto del fenomeno UFO. Se così stanno le cose, significa che la vera realtà di questi esseri è così ultraterrena e sfuggente che dovremmo sondare le più profonde regioni della memoria popolare e dell'inconscio mitologico per trovare i simboli necessari a dar loro forma. Ma significa anche che dobbiamo essere estremamente attenti nell'interpretare le loro azioni; per esempio gli esami medici che stanno al centro di così tanti casi di abduction potrebbero essere una rappresentazione simbolica. Piuttosto che esaminare i nostri corpi fisici, come a noi appare, queste intelligenze non fisiche in qualche modo costrette a "mascherarsi", stanno forse sondando qualche parte di noi per la quale, al momento, non abbiamo alcuna definizione accettabile; sia essa la nostra sottile struttura energetica, oppure la nostra stessa "anima". Il problema forse non è se questi esseri esistono o meno o in che senso esistono e dove, ma quale scopo ultimo hanno ed in estrema analisi chi li muove o "comanda". Qual'è la vera identità di questa intelligenza che si è presentata sul palcoscenico di questo nostro mondo in modo sistematico ed ha iniziato da molto tempo una "rappresentazione" così complessa? E soprattutto, chi sono gli attori e chi sono gli spettatori? parti seguenti: UFO: VIAGGIATORI DEL TEMPO? » FENOMENI UFOLOGICI E DISTORSIONI SPAZIO-TEMPORALI » COME FUNZIONANO QUESTI APPARECCHI? » SPAZIO, TEMPO, ESP E UNIVERSI PARALLELI » COME VIAGGIARE NELL'UNIVERSO » UFO E INVISIBILITÀ OTTICA » GLI UFO, GLI USO E IL LORO COMPORTAMENTO FISICO » L'UNIVERSO È UN'ILLUSIONE? »

www.edicolaweb.net/ufost14f.htm - 54k -

ascolto...

ascolto, ma a breve dirò qualcosa di piu....non sono molto propenso per l'archetipo di massa discoidale....mmm....comunque è un argomento molto interessante e attuale.... Viramo fai bene a proporlo....qualcosa salterà fuori di sicuro...presto interverrò...e tra l'altro ufo e religione mi sembrano cosi connesse....a presto.

Buon e felice week end a tutti

Login utente

test