Cosa è la vera preghiera............15....2....16

Cosa è la vera preghieraProveniamo da una tradizione culturale e religiosa che ci ha instillato un modello di preghiera dall’energia molto bassa, per cui vi è un povero peccatore che chiede al grande e onnipotente Dio di realizzare quello che lui gli chiede, che è quasi sempre qualcosa del mondo esterno: soldi, un lavoro, una relazione sentimentale, la salute, etc.

Ciò è esistenzialmente errato per diversi motivi.

Primo: il peccato non esiste, così come non esiste il male, per cui non esistono nemmeno i peccatori, poveri o ricchi che siano.

Secondo: non esiste un Dio come entità antropomorfica e antropopsichica (ossia dalle fattezze e dalla psicologia umana) che sta là fuori da qualche parte e che decide di realizzare certe preghiere ed altre no, o che decide di salvare certe persone e di dannare altre per l’eternità.

Terzo: la vera preghiera non è chiedere, ma dare.

Il “chiedi e ti sarà dato” di Gesù significa esattamente quello che ha detto: io chiedo, e mi viene dato.
Ovviamente, non mi vengono date cose materiali-esterne, tipo la vincita al superenalotto o la macchina sportiva o la bella ragazza, ma mi vengono date energie… semplicemente perché mi vengono date le medesime energie che io sto emanando.

Se io provo amore, lo sto automaticamente ricevendo: alla domanda corrisponde la risposta, ed è un’equazione perfetta, infallibile.

Se io dentro ho solo amore, posso provare solo amore.
Se io dentro ho solo paura, possono provare solo paura.
Se io dentro ho un po’ di amore e un po’ di paura, proverò un po’ dell’uno e un po’ dell’altra.

Quale è allora la vera preghiera?
Chiedere di ricevere una macchina sportiva rossa?
No, anche perché, se pure per caso ricevessi una macchina sportiva rossa, non sarei più felice, perché proverei sempre e solo le energie che ho dentro.
La vera preghiera allora è quella di elevare le proprie energie interiori… che poi sono quelle che io, inevitabilmente, offro oltre che a me stesso anche al mondo, alle persone con cui ho a che fare e all’esistenza intera.

La vera preghiera non è chiedere qualcosa a Dio, ma chiedere al Dio-Esistenza di diventare qualcosa, ossia chiedere di poter offrire all’esistenza qualcosa di diverso da quello che si è in grado di offrire ora.

La vera preghiera (o meglio, la preghiera nella sua ottava alta) è chiedere (= dichiararsi disponibili a) che la propria gelosia diventi amore incondizionato, o che la propria rabbia diventi serenità e centratura interiore…

… che poi è ciò che andremo ad offrire al mondo.

Ecco perché la vera preghiera non è “chiedere”, ma “dare”.

E ciò implica bellezza per se stessi, ma al contempo per tutti coloro che si hanno intorno, influenzati dalla vibrazione che si offre… ecco perché dare e ricevere sono la stessa cosa… ed ecco perché “chiedi e ti sarà dato”.

Fosco Del Nero

 

Bellezza, Amore, Gioia

marinella..{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test