Da: "Innamorarsi dell'Amore" di Osho

Da: "Innamorarsi dell'Amore" di Osho

Messaggioda Oliviero Angelo » 16/05/2010, 20:18

(...)
Il vero amore non è un tentativo di combattere l'isolamento. Il vero amore è aiutarsi reciprocamente a trasformare il senso di isolamento in solitudine: se ami una persona, l'aiuterai a essere sola; non cerchi di riempirla, non cerchi di completarla in qualche modo con la tua presenza, Aiuti l'altro a essere solo e totalmente appagato con il proprio essere che tu non sarai necessario.
Quando una persona è totalmente libera, da quello spazio di libertà può condividere, e condividere moltissimo, ma non per bisogno. Dona in pienezza, ma non è un baratto: dona in abbondanza perché ha moltissimo, dona perché donare le dà gioia.
Gli amanti sono soli, e un amante autentico non distruggerà mai la tua solitudine; avrà sempre un profondo rispetto per la tua individualità, per la tua solitudine: sono sacre. Non cercherà di interferire, non invaderà mai quello spazio.
Purtroppo gli amanti, quelli che chiamiamo amanti, temono moltissimo la solitudine e l'indipendenza dell'altro. Ne hanno una paura estrema, perché credono che se l'altro fosse indipendente, non sarebbero più necessari, verrebbero scaricati. Pertanto la donna cerca in ogni modo di far si che il marito o il compagno rimanga dipendente; deve aver sempre bisogno di lei, in modo che la sua presenza sia sempre preziosa. E l'uomo cerca di fare la stessa cosa: fa di tutto per riuscire a preservare la propria importanza. Il risultato è un baratto, non l'amore, e per di più ci saranno conflitti e litigi costanti: quel conflitto si basa sul fatto che ogni individuo ha bisogno di libertà.
L'amore concede libertà, e non si limita a concederla, la rafforza. Di conseguenza, qualunque cosa distrugga la tua libertà non è amore, dev'essere qualcos'altro. Amore e libertà si accompagnano, sono due ali del medesimo uccello: ogni qualvolta noti che l'amore va contro la tua libertà, sappi che nel nome dell'amore stai facendo tutt'altro.
Usa questo criterio, usa la libertà come criterio: l'amore dona libertà, ti rende libero, ti libera. E quando sei totalmente te stesso, ti senti grato alla persona che ti ha aiutato. Questa gratitudine è pressoché religiosa: nell'altra persona avverti qualcosa del divino, l'altro ti ha reso libero e l'amore non è diventato possessività.
Quando l'amore si deteriora diventa possessività, gelosia, lotta per la supremazia, politica, dominio, manipolazione - una miriade di cose, e tutte orribili. Quando l'amore spicca il volo è libertà, libertà totale. Se ami, dell'amore di cui parlo io, il tuo stesso amore aiuterà l'altro a diventare integro. Il tuo amore diventerà come una forza cementante per l'altro. Nel tuo amore l'altro diventerà un individuo unico, integro e completo, perché il tuo amore donerà libertà. : all'ombra del tuo amore, protetto dal tuo amore, l'altro inizierà a crescere.
Ogni crescita richiede amore, ma amore INCONDIZIONATO. Se l'amore pone condizioni, la crescita non potrà essere totale, perché quelle condizioni si metteranno in mezzo, interferiranno.
Ama incondizionatamente, non chiedere nulla in cambio. Riceverai moltissimo, questo è un altro discorso, ma non sarà un ritorno spontaneo; pertanto non fare l'accattone: in amore, sii un imperatore.. Dona il tuo amore semplicemente,e osserva cosa accade: ti ritorna moltiplicato mille volte. Però è necessario imparare l'arte - è un esercizio di destrezza-, altrimenti si resterà avari per sempre, donando il minimo e rimanendo in attesa di un ritorno: quell'attesa e quell'aspettativa ne distruggeranno tutta la bellezza. (...)

www.cittadiluce.it/innamorarsi-dell-amore-osho-t1311.html

Login utente

test