Siamo fatti… di Luce.......30.....8.....18

 

Siamo fatti… di Luce

di Gabriele Sannino

Fare un viaggio dentro la materia è emozionante, proprio per capire – a mio avviso – la sua inconsistenza.

Tutto è Luce

Qualunque cosa fatta di materia, come si sa, è in realtà un composto chimico di atomi e molecole, unitesi in modo “unico” e generanti ogni volta forme e caratteristiche differenti per qualunque elemento del “creato”. Ogni tipo di materia, dunque, è composto sempre dalle stesse “pedine”, combinate solo in modo diverso a seconda degli atomi.

Ma di cosa sono fatti questi atomi? Come molti sapranno gli atomi sono composti da una differente combinazione di protoni, elettroni e neutroni, ovvero piccole costruzioni che non si toccano mai, che fluttuano sempre le une intorno alle altre e che si attraggono, respingono, o si “neutralizzano” proprio come avviene tra tutti gli altri esseri viventi. Questi piccoli elementi oscillano in una direzione ben precisa, nonostante le distanze e i giochi di ruolo.

Ma se a scuola ci insegnano troppe volte che il tutto finisce qui, c’è un passo ulteriore che va menzionato e che cambia completamente la visione di tutta la nostra realtà: protoni, elettroni e neutroni, infatti, sono a loro volta costituiti da elementi ancora più piccoli, a cui è stato dato il nome di quark. E la cosa incredibile… è che questi quark non sono altro che luce!

Dunque la materia si compone, nella sua essenza, di punti di luce che ruotano gli uni intorno agli altri, in uno spazio praticamente vuoto. Ciò significa che QUALUNQUE cosa, da una montagna a un animale, a un vegetale fino a un essere umano, è composta nella sua essenza da scintille di luce per niente solide. Perciò possiamo dire che siamo tutti… fatti di luce!

Niente è davvero solido come i nostri occhi – fatti anch’essi da scintille di luce – osservano in ogni momento. Quando si capisce tutto questo, i confini della materia si dissolvono, aprendo la strada a tante possibilità che la scienza tradizionale – almeno quella più ottusa – tende ancora ad escludere proprio perché ferma alla materia “solida”.

Un’altra teoria a proposito, parla non di quark ma di stringhe. La sostanza però è sempre la stessa: siamo sempre davanti a una minuscola particella di energia – luce – che fluttua in uno spazio apparentemente vuoto. I puntini di luce, quindi, si “mettono insieme” formando elettroni, protoni e neutroni: alcuni si dispongono intorno a un centro comune, che prende il nome di nucleo atomico.

E’ così in sostanza che ha origine la materia. Il sistema periodico degli elementi, quindi, altro non è che il numero delle varie squadre di punti di luce scoperti finora dall’uomo. Il corpo di luce da sempre viene identificato con l’anima, praticamente in tutte le religioni. E questo è un elemento del puzzle molto importante, ovviamente. Shakespeare diceva che “siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni”… mai frase fu più azzeccata, se ci pensate bene. Parafrasando Einstein, infine, per lui la materia era solo un’illusione, persistente… ma pur sempre un’illusione.

Tratto da: “Il segreto di Dio” di Ruediger Schache, a cura di Gabriele Sannino

Fonte: http://www.gabrielesannino.com/stampa2.asp?st=317

Corpo di Luce

di John Mann, Lar Short

Il corpo sottile: che cosa è e come si risveglia. Il libro nasce dalla combinazione di tecniche graduate nelle difficoltà e costituisce una preziosa fonte d'ispirazione per tutti coloro che seguono un cammino spirituale. L'esame delle tradizioni induista, buddhista e taoista e di altre ancora, compiuto dagli Autori nella ricerca del corpo sottile, porta il lettore a comprendere meglio e più in profondità come ciascuna di queste tradizioni spirituali agisca. Illustrata con disegni e tavole comparative, la seconda parte del libro è dedicata ad una serie di esercizi pratici, tratti da un'ampia varietà di tradizioni spirituali che è possibile mettere in pratica immediatamente per iniziare o ampliare la propria ricerca spirituale. Una dozzina di Nuovi Esercizi

  • Come i "tre corpi" dell'uomo abbiano un'importanza fondamentale nell'evoluzione spirituale di ognuno.
  • 17 strategie che potete usare per analizzare personalmente qualsiasi tradizione spirituale o pratica individuale.
  • Come identificare i vostri "chakra" o centri energetici e perché dovete imparare a svilupparli.
  • Perché gli aborigeni Australiani e gli alchimisti medievali erano ugualmente a conoscenza del "corpo sottile".
  • Come ampliare la vostra pratica spirituale con esercizi particolari per risvegliare i centri dell'energia vitale.
  • I segreti del lavoro del corpo sottile e come esso possa energizzare la vostra pratica spirituale.

"Un manuale pratico che unisce una parte teorica ad una sperimentale nel campo della ricerca spirituale. Raccomandato a tutti coloro che si dedicano alla meditazione, può considerarsi un ponte gettato tra est e ovest nella pratica del Kundalini Voga". (Sri Brahmananda Sarasvati - Fondatore dell'Ananda Ashram) "Rivela i segreti delle pratiche spirituali raccolte durante tutta una vita dalla viva voce di maestri appartenenti alle tradizioni taoista, buddhista e induista. Può risparmiare anni di ricerche a chiunque sia sul cammino spirituale, io lo consiglio a tutti i miei allievi". (Mantak Chia)

...

Login utente

readme