Sulla Soglia: Morte, Rinascita e potere del Pensiero

Sulla Soglia: Morte, Rinascita e potere del Pensiero

Maestro Hilarion

Ricordi quel giorno nei boschi quando incontrasti un uccellino morto sul bordo del sentiero? Fu un dolore improvviso per il tuo giovane cuore, perché non capivi come una creatura, che era stata così vitale, potesse essere ora tanto immobile e muta. Fu per te un’opportunità per comprendere una delle lezioni più importanti che la vita abbia da offrire, ma eri troppo giovane allora per afferrare in pieno il significato reale di quell’esperienza.

Insegnamenti del Maestro HilarionOra sei più grande e ti avvicini all’età in cui puoi comprendere il mistero della vita e della morte. E tuttavia non c’è alcun mistero per un cuore, come il tuo, che si rende conto che i corpi fisici sono semplicemente degli abiti che possono essere indossati e tolti. Non è a livello fisico, che la vera vita può essere trovata, ma a livello dello spirito.

Quello che trovasti morto lungo il sentiero non era affatto il vero uccello. Era soltanto il mantello smesso che l’uccello reale aveva abbandonato sul sentiero. L’uccello vero era ancora vivo e vibrante come sempre, ma i tuoi occhi non erano abbastanza aperti, da poterlo vedere ancora volare gioiosamente tra le cime degli alberi.

La verità che chiunque pensi profondamente alla vita e alla morte finisce con lo scoprire, è semplice: ogni manifestazione materiale, ogni corpo fisico, ogni pianta, albero, sole o pianeta nel cosmo è semplicemente un veicolo d’apprendimento, un articolo di vestiario che viene indossato per un certo periodo e poi dismesso. Ma la creatura che attraversa questa esperienza dell’indossare e del togliersi l’abito di carne, è spirituale. Tu stessa sei una di queste creature.

Sei entrata in questo corpo per conoscere te stessa, poiché è questa la ragione per cui ogni essere spirituale indossa il manto della materia. Quando avrai imparato ciò che puoi in questo corpo, lo metterai da parte, proprio come ne hai messi da parte tanti altri. Allora passerai ad altri livelli e imparerai cose diverse. Ma la tua meta rimarrà sempre uguale: capire te stessa. Questo è il grande compito per ogni essere spirituale creato, e lo scopo di ciascuna vita, sia essa animale, vegetale o cosmica è quello di permettere l’importante processo di imparare a conoscere se stessi.

Ciò che vorremmo che tu capissi, è che tutto ciò che vedi intorno a te è semplicemente la dimora di un essere spirituale, che i tuoi occhi non riescono a scorgere. Tu vedi soltanto il manto esterno, non l’essenza interiore. Eppure potresti vederla con il tuo cuore, se soltanto ti permettessi di guardare con i suoi occhi. Quando guardi con il cuore, tutta la realtà spirituale è lì rivelata davanti a te. E’ il centro del tuo cuore che ti dice quando qualcuno è buono, oppure egoista, oppure pronto a farti un’ingiustizia. Il tuo cuore sa vedere ciò che ogni persona è realmente, e i suoi messaggi non mentono mai.

Abbiamo detto che i tuoi occhi fisici non possono vedere lo spirito retrostante, ma c’è un modo per superare questo limite; infatti l’essere spirituale che risiede all’interno di ogni forma di vita del mondo animale, incluso il genere umano, si manifesta attraverso gli occhi. Quando fissi qualcuno negli occhi, senti istantaneamente lo stretto contatto che questo provoca a livello spirituale. Questo dimostra quanto sia vero che gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Molte persone evitano sempre di guardare direttamente negli occhi di un altro. Temono l’intimità del contatto. Talvolta hanno paura di permettere a un altro di vedere il loro vero sé, poiché sanno che lì ci sono macchie oscure e parti che non potrebbero tollerare la luce del giorno. Evitano il suo sguardo per paura che la verità che si cela dentro di loro possa venir fuori.

Ma tu non hai bisogno di temere di essere scrutata da un altro essere. Il tuo cuore è puro e la tua anima è piena di luce. Lascia che gli altri vedano questa bellezza, poiché ora ne esiste così poca sulla Terra. Scoprirai che la tua verità e la tua bontà possono alleviare i fardelli che gli altri portano, se soltanto permetterai loro di attingere abbondantemente alla purezza che sgorga sempre dai tuoi occhi meravigliosi.

La “Ruota della Rinascita”

Ruota incarnazioniAbbiamo detto che molte volte hai indossato il manto della materia, e questo implica che in passato hai vissuto già sulla Terra. Tu comprendi la verità di questa affermazione, come molti altri, poiché il ricordo di queste vite passate si trova appena sotto il livello della tua mente cosciente. Quando incontri qualcuno per la prima volta, ma hai l’impressione di conoscerlo da anni, questo è l’effetto della memoria di altre vite. Il fatto che tu non possa ricordare i particolari di queste esperienze passate, non significa che esse non siano esistite. Anche in questa vita è difficile ricordare i particolari di cose accadute da alcuni anni o perfino da mesi.

Lo scopo della ruota della rinascita, come viene chiamata, è semplicemente quello di conoscere se stessi. Ti abbiamo spiegato che il compito di ciascun essere spirituale, che scende sul piano terreno per indossare un corpo fisico, è quello di cercare di capire se stesso nel modo più completo. Se la comprensione di sé migliora, allora gli aspetti spigolosi dell’anima vengono smussati ed essa può crescere e svilupparsi. Ma quest’opera di riequilibrio non può venire compiuta in una sola vita. Sono necessarie molte esperienze su questa Terra, prima che un individuo possa cominciare a perfezionare tutte le sue qualità, risolvere tutti i vecchi problemi e raggiungere finalmente una visione chiara di sé, della creazione e di Dio.

Abbiamo detto di vecchi problemi da risolvere. Ogni anima che si incarna sulla Terra, arriva portandone con sé molti. Nella maggior parte dei casi si tratta di problemi con altre persone, originatisi in vite precedenti a causa di rivalità, di risentimenti o di paure. Ogni volta che permetti a te stessa di sentire emozioni di questo tipo per un’altra persona, crei fra te e lei un legame che un giorno dovrà essere sciolto, perché esso è di natura negativa, come l’emozione che l’ha generato. La rivalità vincola con la discordia, il risentimento vincola con l’avversione, e la paura con la viltà. Questi vincoli negativi prima o poi devono essere dissolti. L’unico legame vero agli occhi di Dio è quello dell’amore, poiché solo l’amore può sciogliere tutti gli altri vincoli minori e solo l’amore può cementare due anime insieme in un’unione perpetua di crescita e di appagamento.

C’è di più, molto di più riguardo al processo della reincarnazione, ma quello che abbiamo detto qui potrà già aiutarti a comprendere il significato del grande ciclo delle rinascite, attraverso cui tutte le anime individuali crescono e si sviluppano.

Il potere del pensiero

Potere del pensiero e visualizzazioneE’ importante per te capire la natura dei vincoli che legano fra loro le anime, poiché anche se questi non sono costituiti da sostanza fisica (non sono catene o corde), sono altrettanto reali e tenaci. Le forze invisibili che l’uomo crea con la sua mente sono spesso anche più difficili da controllare o da eludere delle forze fisiche, che la scienza studia e cerca di comprendere.

Lascia che ti facciamo un esempio su questo potere del pensiero. Forse dovremmo cominciare a usare il termine visualizzazione, poiché è attraverso di essa che la mente crea le forze di cui stiamo parlando. Immagina che un amico abbia un’asse lunga quattro metri e la metta a terra. Ti chiede di percorrerla da un capo all’altro e questo puoi farlo senza difficoltà, perché l’asse è larga circa trenta centimetri e non è difficile camminarci su senza cadere. Ora il tuo amico porta l’asse in cima a due edifici di quindici piani. Sono vicini tra loro e può sistemarla in modo che appoggi sui bordi di entrambi. La distanza è solo di tre metri, ma sotto l’asse ci sono quindici metri di vuoto e in fondo un duro marciapiede di cemento. Ti chiede di nuovo di camminare lungo l’asse. Non c’è vento ed essa è ben fissata. Tuttavia non riesci a costringerti a percorrerla per quanto ti sforzi di volerlo fare. Questo è dovuto proprio alla tua capacità di visualizzare: vedi con gli occhi della mente ciò che accadrebbe se scivolassi e cadessi, e il potere di questa immagine mentale è tanto forte, da impedirti di soddisfare la richiesta del tuo amico, per quanto intenso possa essere il tuo desiderio di farlo. E’ strano che tu possa camminare sull’asse quando è al suolo e non quando è a un’altezza di quindici piani! Il tuo equilibrio e la tua stabilità sono gli stessi: nulla è cambiato tranne le immagini della tua mente.

Questa è la prova che il potere della visualizzazione è di gran lunga più forte del potere della volontà. E’ uno strumento meraviglioso che Dio ha voluto che tu avessi, perché utilizzandolo puoi creare insieme a Lui, migliorare la tua vita e realizzare quello che è il tuo destino.

Maestro Hilarion

Tratto da “Sulla soglia” (Titolo originale: Threshold), di Maurice B. Cooke – Toronto, Canada, Edizioni Crisalide, prima edizione: gennaio 1992

Traduzione: Luciana Polidoro

“Questo che tenete fra le mani è certamente un libro fuori dal comune. Esso è stato scritto da un essere spirituale, chiamato Hilarion e, anche se si presenta sotto forma di lettera a una ragazza di tredici anni, è rivolto ai lettori di tutte le età. Il testo è stato ricevuto da M.B. Cooke attraverso un processo telepatico da lui stesso sviluppato.

In queste pagine avrete modo di scoprire come gli eventi della Terra vengono visti e compresi da entità spirituali altamente evolute. Potrete leggere quali suggerimenti queste entità hanno da dare a una ragazza di tredici anni, che si sta affacciando alla vita e sta per aprirsi alla femminilità e all’amore. Vengono trattati temi fondamentali, quali la vita e la morte, le malattie, il potere della mente, l’alimentazione e la salute, e tanti altri ancora.

L’editore ritiene che questo piccolo libro possa aiutare a gettare luce su molte questioni che oggi assillano l’umanità, e che le spiegazioni date si dimostreranno non solo semplici e persuasive, ma anche in armonia con le verità morali e spirituali che le grandi guide dell’umanità hanno sempre insegnato“.

Fonte: http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4068

Login utente

readme