Testimonianza in ricordo di Benedetto Valle.....5.....7.....19

Su richiesta di Giacomo Belotti. Testimonianza in ricordo di Benedetto Valle..

Ho incontrato Benedetto nel 1986. Mi ha parlato di lui Gianna Leone cosi l'ho invitato a casa mia per conoscere la MT. Quella sera eravamo in 11persone e, con la sua intelligente e misurata spiegazione, siamo stati tutti iniziati a questa meravigliosa opportunità.
In seguito, sempre nella mia abitazione, si sono tenuti tanti corsi.
Ricordo la sua grande disponibilità nell'aiutarmi perchè mi trovavo in una situazione di grande difficoltà nel seguire i suoi discorsi. In quel periodo ero ingabbiata nel cattolicesimo, ma con la sua pazienza infinità nel spiegarmi con sagge parole un altro modo di relazionarmi alla vita, mi ha affascinata e totalmente conquistata.
 
Benedetto Benedetto, oggi posso dire con tutta me stessa. Certamente la mia innata curiosità e la fiducia nella sua persona mi ha coinvolto cosi tanto che sono diventata la referente di Lecco. Ricordo come era contento nel vedere che tantissimi gruppi aderivano alla MT.
Spesso stava da me a dormire per non perdere tempo, era una forza della natura. Rideva sotto i baffi dicendo che ero diventata la sua "segretaria". Organizzavo e preparavo i vassoi per le offerte di rito in modo di facilitare i gruppi.
Ci siamo aiutati a vicenda. Con grande generosità e pazienza (e credetemi ne ha avuta molta ) per tre anni con infinita generosità ha vissuto la mia lacerazione conflittuale per uscire da vecchi e obsoleti schemi mentali.
Benedetto è diventato il mio mentore, ha contribuito ad espandere la mia personale coscienza semplicemente con le giuste parole che oggi ritengo salvifiche.
Mi ha presentato Maharishi: il Maestro che ha risvegliato in me l'intelligenza creativa che nel tempo sta operando silenziosamente, semplicemente, innocentemente.
Ho incontrato un uomo buono, un uomo che credeva in quello che diceva e faceva.
Non è meravigliso? Oggi sono consapevole che ho attirato esattamente ciò che desideravo incontrare ma lo strumento, dal bellissimo nome Benedetto, lo ringrazierò per tutta la vita e anche oltre, quando ci rincontreremo negli infiniti spazi in cui lui mi ha invitato a vivere.
Grazie di cuore all'amico che nel tempo liniare mi ha insegnato ad usare il ben dell'intelletto, un bene inestimabile che fa vibrare sulle ali del libero pensiero.
Marinella.

Login utente

test