LARVE.........

In magia spesso si sente parlare di Larve, Gusci eterici o astrali che
infestano gli ambienti, ossessionano gli individui, posseggono e
arrivano perfino a procurare la morte degli sfortunati che si sono
trovati sul loro cammino.

Vorrei dare una mia personale
interpretazione di questi fenomeni, a cui credo, ma che non mi sento di
condividerne gli eccessi fantasiosi di cui spesso leggo.

Il
termine Larva è derivato dal nome che gli antichi Romani davano agli
spiriti dei morti. Nella magia e nell'esoterismo moderno sono più usati
i termini Guscio Astrale o Eterico, i quali danno il senso più esatto
del fenomeno e hanno il pregio di contenere in loro parte della
spiegazione che gli si vuole dare.

Prima di affrontarla, però, va fatta una piccola premessa analizzando quello che succede dopo la morte del corpo fisico.

L'individuo,
con tutti i suoi veicoli animici, sopravvive esprimendo la sua
consapevolezza in un mondo che si mostra a lui secondo il bagaglio
contenuto nella sua struttura animica.
Il Corpo Eterico lo farà
vivere, per breve tempo, ancora legato al mondo fisico; quando
l'Eterico si sarà disgregato, il Corpo Astrale potrà percepire e vivere
il proprio piano e così via in un processo di presa di coscienza del
proprio bagaglio di sensibilità e di pensiero che, vissuto e compreso
dal vero Sè dell'individuo, sarà lasciato indietro come un guscio vuoto
tendente a disgregarsi in un processo simile a quello della
putrefazione del corpo fisico.

Questi gusci permangono
nell'ambiente e, se non vengono sollecitati, in breve tempo si
decompongono tornando a far parte della materia di loro appartenenza.
Ma se trovano materiali a loro simili incontrollati, essi tenderanno ad
attaccarvisi utilizzando quell'energia per alimentare la loro vita.

Va
detto che in questa vita non vi è intelligenza nè coscienza, ma un
ripetersi automatico delle tensioni e motivazioni proprie di quando
erano legati alla personalità dell'individuo emanatore.

Sono
famose le apparizioni e gli strani rumori che si manifestano in alcune
abitazioni; ma in quasi tutti i casi questi fantasmi sembrano ripetere
gli stessi itinerari e gli stessi gesti che venivano compiuti
dall'individuo in vita, anche in maniera ossessiva, monotona, e senza
possibilità d’interferenza o dialogo da parte dello spettatore.
In
questo caso è sbagliato parlare di spirito errante o ancora legato alla
materia; si tratta invece del guscio eterico di quell'individuo, il
quale guscio, per qualche energia particolare della casa o dei suoi
abitanti, riesce a mantenere intatta la sua struttura e ripete, come
un'eco, alcuni gesti che contraddistinguevano, più di altri, la vita
del suo vecchio proprietario.
E' perfettamente inutile, come
spesso è avvenuto, che qualche volenteroso medium, con l'intento di
aiutare lo "spirito infelice", tenti di contattarlo, perchè sarebbe
come cercare di dialogare e convincere la voce registrata si un nastro
magnetico o altro, a modificare le parole o le idee espresse. E' meglio
cercare di individuare la fonte di energia, umana o ambientale, e
lavorare su questa eliminando ogni causa di alimentazione.

I
Gusci Astrali sono più subdoli e poco identificabili. Essi non si
manifestano in nessun fenomeno fisico, in quanto alimentano e si
alimentano di passioni ed emozioni, e per questo possono esaltare e
ossessionare, in alcuni individui, quella particolare caratteristica
emotiva fino a portarla all'esasperazione e creare, quindi, forme di
esaurimento nervoso e malattie varie.
Bisogna dire però che le
circostanze per cui un guscio astrale possa produrre questi effetti
sono estremamente rare in quanto, non solo deve "incappare"
nell'individuo che manifesti caratteristiche simili, ma deve trovare
anche gli squilibri emotivi che abbiano prodotto aperture nel suo
involucro eterico.

Per finire rimangono i Gusci mentali. Non
si parla mai di questi, anche se la stessa caratteristica dell'eterico
e dell'astrale si può attribuire anche al mentale. Il fatto è che
quest'ultimo ha una materia così rarefatta che perdura pochissimo
nell'ambiente. Inoltre, a questo livello evolutivo della nostra
civiltà, non vengono prodotti molti pensieri scevri da passionalità,
tali da essere una fonte sufficiente per alimentare questi gusci.
Teoricamente questa possibilità esiste, ma praticamente sono eventi
rarissimi.

Peccato, perchè sarebbe l'aspetto più costruttivo
di questi fenomeni, in quanto potrebbe alimentare intuizioni,
illuminare idee in embrione, far sì che i grandi geni, appena
scomparsi, lascino l'ultima eredità del loro pensiero ai giusti uomini
che la sappiano cogliere dall'etere.

Umberto77

www.scienzeantiche.it/forum/topic.asp?whichpage=-1&TOPIC_ID=2192&REPLY_ID=5755 -

Login utente

readme