VIAGGIO ASTRALE E REALTA' SOTTILE..( LARVE )

Introspezione

VIAGGIO
ASTRALE
E REALTA' SOTTILE

Nell’articolo intitolato "fede, paura
ed esperienza personale", comparso nel numero di febbraio de "Il Molino",
ho parlato della possibilità di uscire dal proprio corpo coscientemente, in
quell’esperienza definita comunemente quale bilocazione astrale.

Questa esperienza, di per sè stupefacente, ci
permette di comprendere la complessita del creato, confrontandoci ad una realtà
dimensionale ben diversa da quella fisica, nella quale vigono leggi e principi che
differiscono in maniera considerevole a quelli che, anche inconsciamente, diamo per
scontati.

Uscire coscientemente dal proprio corpo nel
veicolo animico comporta sicuramente dei rischi ma è un mezzo di ampliazione della
comprensione della Vita troppo importante per escluderlo a causa di cio; d’altronde,
conoscendo alcune delle leggi su cui si basa la realtà astrale ci si può proteggere in
maniera sufficientemente sicura.


Sfere vibrazionali e Risonanza

Possiamo affermare che la realtà astrale non è
un mondo omogeneo, ove tutti sono a contatto con tutti : è piuttosto, diviso in Sfere
vibrazionali, le quali sono ben diverse a secondo della nota di base, che può essere più
elevata o più grave.

In un certo senso ogni Sfera è una dimensione asstante, con la particolarità che le Entità delle Sfere superiori, ovvero quelle che
hanno un tasso vibrazionale più elevato e sono quindi più sottili, possono
"discendere" verso le Sfere con un tasso vibrazionale più lento, quindi più
pesanti, ma non si può assolutamente verificare l’opposto. Questo in quanto la Sfera
superiore nel tenore vibrazionale è del tutto invisibile alle entità che vibrano ad un
tasso energetico più basso.

Da notare che io parlo di Sfere ma queste si
compenetrano l’una con l’altra, non sono disgiunte in senso spaziale ma
vibrazionale. Quindi, come accade anche a noi in ogni momento, due o più entità possono
occupare lo stesso " spazio " senza vedersi o avvertire nessuna presenza.

Il tasso vibrazionale del nostro corpo animico è
determinato dalle nostre emanazioni energetiche, quali il pensiero e le emozioni. Se il
pensiero sarà rivolto principalmente ai bisogni materiali e le emozioni negative o in
contrasto, il tasso vibrazionale sarà basso; al contrario chi ha pensieri puri e emozioni
in armonia ha un tasso vibrazionale ben più elevato. Per effetto di un principio di
Risonanza veniamo in contatto con la Sfera energetica simile alla nostra emanazione
vibrazionale.

Per spiegare come agisce il principio di
Risonanza prendiamo l’esempio di un diapason il quale, se attivato e avvicinato ad un
altro lo farà vibrare e suonare a sua volta.

Questo principio è basilare nella realtà
sottile e ci dona la prima e pi� importante lezione su come muoverci e proteggerci nel
mondo astrale : infatti, se le nostre emanazioni vibrazionali saranno di un tenore elevato
ci " connetteremo " con delle Sfere elevate; al contrario se saranno di basso
tenore entreremo in contatto con Sfere poco piacevoli e decisamente più pericolose.
Quindi se agiremo con "cuore puro" allo scopo di una profonda ricerca del vero
significato della Vita non abbiamo niente da temere, ma nel caso sia l’ambizione al
potere psichico lo scopo prefisso i pericoli sono tanti.

Ciò che dobbiamo cercare di coltivare è
l’Amore per tutti gli esseri di tutte le Sfere, il sentimento fortissimo e pregnante
di Unità della Vita.


Pericoli della bilocazione

Quasi tutti i pericoli dell’uscita
consapevole dell’anima dal corpo sono legati alle Sfere inferiori o al richiamo
inconsapevole di entità di bassa lega dovuto a emanazioni energetiche negative durante la
preparazione all’uscita corporea.

Dobbiamo renderci conto che la forza del pensiero
e delle emozioni è dirompente nel mondo astrale, tale da creare all’istante
collegamenti con Sfere vibrazionali, con Entità, o di essere attratti in situazioni
particolari.

I pericoli maggiori sono dovuti alle cosidette
"larve", gusci protoumani che si nutrono di energia psichica per rimanere in
"vita". Questi vampiri astrali possono essere richiamati a sè in caso di
emanazioni di bassa lega o nel caso di un viaggio, sconsigliato a chi non ha esperienza,
nel mondo degli spiriti. In quest’ultimo caso ci si protegge con la creazione di un
"mahavirupa", un corpo illusorio astrale.

Le "larve" sono gusci di entità che
hanno superato una certa Sfera entrando in un’altra superiore, ma conservano per un
certo periodo la forma e le fattezze dell’entità. Possono anche essere dovute a atti
di magia psichica, quali "forme pensiero", incontrollate da chi le ha create.

Sempre a causa di emanazioni di bassa lega,
possiamo attirare a noi delle entità spiritiche le quali, approfittando dell’assenza
di parte dell’anima dal corpo fisico, possono "possedere" il corpo. In
verità, mentre delle larve ho esperienza personale, di possessioni di questo tipo non ho
che informazioni lette su alcuni libri. Comunque la possibilità esiste.

Ho citato i pericoli della bilocazione per
conoscenza di eventuali aspiranti entronauti, ma vorrei ricordare che siamo noi, noi
soltanto, ad attrarre un tipo o l’altro di Entità o a pervenire ad una Sfera
piuttosto che ad un’altra, tramite le nostre emanazioni vibrazionali e il principio
di risonanza.

isole.ecn.org/molino/giornale/numero7/introspezione.htm - 10k -

 

Login utente

readme