CERCA CERCA QUALCOSA C'E'! ( c'è anche posta per te...Marea )

Ciao Mari,

stamattina mi sono svegliata stranita, ho riposato da Dio e, stranamente (a volte accade) mi sentivo a pelle scoperta, mi sono detta Mara oggi optiamo per il silenzio perchè non siamo molto in forma eh?

Ebbene lo sapevo che qualcosa sarebbe accaduto: lo sentivo.

lavorando su e giu per vari uffici ho trovato una frase, messa  tra il chiaro e lo scuro che mi si è conficcata come una spada di damocle.. non sto a raccontarti il contesto, non è rilevante cio che conta è la frase che mi ha profondamente infastidita, "tanto tu che ne vuoi sapere di come va il mondo sei una ragazzina"

dolore e giramento di zebedei ho fatto finta di nulla e ho ascoltato non potevo dire nulla perchè non volevo fare vedere il contraccolpo, tanto avevo già compreso che era il dolore dell'altro che parlava, dolore con patente di guida per ferire me, che me tocca de comprendere le paturnie altrui (e che palle).

dolore=mezzo di crescita per umani, da usare con cura, grazie.

il dolore non ha mica età, non ha sembianze, non è che una persona che sembra apparentemente spensierata non ha mai avuto il proprio conto personale, la vita capita  a tutti belli e meno belli giovani e meno giovani..anche il bambino che si stacca dal cordone prova dolore...

ma non è che chi ha "sofferto" ha la patente o il permesso di ferire gli altri.

poi è ovvio che sono io che ancora devo comprendere che nn sono tutti cosi raffinati da starsene un poco con la lingua dentro la bocca chiusa.

in realtà la frase mi ha irretito parecchio e non so perchè, visto che non capita molto spesso ultimamente di sentire le altrui ferite sulla pelle, posso chiederti chiarimenti qualsiasi essi siano?

Grazie per qualsiasi risposta!!

Marea con gli zebedei di traverso

C' est la v ie.!!!!!!!!!

Come vedi le persone a volte parlano senza riflettere (quante volte non lo abbiamo fatto anche noi?)...Quando avrai rafforzato il tuo sistema nervoso, quando considererai più che normale incontrare chi... non ha certo la delicatezza di calcolare le parole che escono spesso spontaneamente, senza riflessione alcuna... allora potrai al limite pensare:"Ma guarda che zulù con il tutù" e andrai semplicemente oltre senza sentirti toccata.

E' la vita...siamo noi che dobbiamo porci nella condizione di ottenere una padronanza degli stati d'animo ....Il pianeta lo esige.

Namastè  ciao  viramo..Sorridente

Grazie per la risposta, molto

Grazie per la risposta, molto saggia.

il pianeta lo esige.

mi piace molto, mi colpisce, potresti approfondirlo? che contributo possiamo dare al pianeta con la padronanza dei nostri stati d'animo?

Grazie Viramo, Marea

DIVENTARE EQUILIBRATI.....

Semplicemene diventando una persona equilibrata  che non va più in giro a portare tristezza, ma se vuoi.... puoi portare leggerezza.

In questo modo aiuti nostra MADRE TERRA.

==============

La chiave di tutto, insegna Osho, è fidarsi di sé, vivere al servizio dei propri sentimenti, assistere al trionfo delle emozioni e della loro potenza, fare solamente quello che sentiamo. Contrapporre l'espressione alla repressione, abbandonare la dittatura della testa e scendere verso il nostro cuore, che sia lui a guidarci, a governare. Ecco secondo Osho la formula magica, tanto semplice quanto radicale, per realizzare il benessere emotivo.

OSHO

=================

NAMASTE'   CIAO ..VIRAMOSorridente

Si VOGLIO. è bello pensare

Si VOGLIO.

è bello pensare che si ha la responsabilità di aiutare MADRE TERRA.

non avevo mai pensato che anche lo stato d'animo è un aiuto responsabile per la TERRRA. QUEsTO mi rende più grande e consapevole. ho tanto pensato al CIELO. Oggi ho l'opportunità di valorizzare colei che mi sostiene.

Ho scritto ora perchè per tutto il  giorno ho voluto rendermi consapevole di quante volte porto il sorriso al mondo. ho osservato invece che buttarmi a rispondere.

grazie Viramo,

Marea con i piedi sulla Madre Terra

Login utente

readme