Il prepotente controllore. .......... ( C'E' POSTA .......+.......PER ALESSANDRA )

Ciao a tutti,
c'è una cosa che oggi (un'ora fa) mi ha fatto andare letteralmente in bestia.

Mari, tu conosci mia sorella e le varie problematiche che ho con lei.
Ieri ci siamo, per così dire, accordate affinchè domani l'accompagni all'Asl perchè finalmente decida il proprio medico curante. Ho faticato per farle accettare questa cosa perchè sai che lei rifiuta ogni riferimento, anche seppur lontano, a medici ed ospedali in genere, rifiuta di farsi curare.
Oggi mi è capitato un imprevisto e penso che anche domani mi sarà impossibile mantenere quanto stabilito. Le ho telefonato chiedendole di anticipare ad oggi pomeriggio l'appuntamento ma mi ha risposto che oggi no, ha altro da fare, non ha voluto sentire ragioni e so benissimo che è IMPOSSIBILE cercare di farla ragionare. Ma il problema non è questo.

Il problema è: perchè io seppur conosca i PROFONDI LIMITI di mia sorella non riesco a superare questa rabbia che mi esce tutte le volte che ho da lei un rifiuto? E' permalosità?
Perchè non sopporto quel suo ritenersi superiore e quel tono che mi fa sempre sentire meschina? (forse la mia bambina esce allo scoperto?)
Perchè non sopporto la sua superbia? Potrei darmi la risposta da sola, mi fa da specchio e probabilmente mi comporto come lei in altre situazioni.
Per esempio anch'io ieri ho insistito e mi sono imposta, in un certo senso, ma c'era un bisogno logico. (con lei la logica non esiste).
Il fatto è che anche oggi il mio controllore si è fatto sentire prepotentemente.
Mi sono accorta che ho la necessità di tenere TUTTO sotto controllo e se non posso farlo ecco che la rabbia esce dirompente.
Devo imparare a pensare che non sono indispensabile e a permettere agli eventi che sfuggono al mio controllo, di accadere. Da qui l'accettazione.

Chiedo: è corretta la mia analisi? Può la voce coscienza illuminarmi in questo senso?

Grazie per ogni risposta.
Ale

Sei ammirevole per la grande

Sei ammirevole per la grande attenzione che poni alle sensazioni e agli stati d'animo quotidiani. La tua " diagnosi" è corretta in parte.. La tua è più una delusione nel costatare che, ciò che sarebbe corretto fare non viene non solo fatto, ma neppure preso veramente in considerazione. Tu non sei superbia, sei lontana anni luce da quello che chiami superbia....Ciò che ancora non riesci ad integrare è la possibilità che altri possono non VOLER SENTIRE O NON POSSONO ADDIRITTURA, PER VARI MOTIVI....CAPIRE .

Anche i grandi uomini del pianeta hanno dovuto accettare l'irragionevolezza umana. Tranquillizzati..perchè sei in buona compagnia.

Non sempre lo specchio prossimo riflette ciò che tu ancora hai nell' inconscio.... bisognerebbe saper discernere ciò che è ancora celato e.... il grado di accettazione che hai sviluppato dopo aver visto l'ignoranza prettamente umana .. Ascoltati senza dare etichetta alcuna, sia a te stessa che a coloro che si comportono in modo inconsapevole= irragionevole.

***********************************

Se necessitano chiarimenti..chiedi pure..ciao{#emotions_dlg.big-hug}

Grazie per l'esauriente

Grazie per l'esauriente risposta.
Vorrei sapere perchè ho questa rabbia così forte, tanto da non lasaciarmi per parecchio tempo, quando vengo delusa.
E' questa la causa del mio Karma non ancora risolto? E perchè non riesco ad integrare la possibilità che altri NON POSSONO SENTIRE O CAPIRE?

A rigrazie per la risposta.

Bacioni, bacioni
Ale

La rabbia è una espressione

La rabbia è una espressione di dolore, delusione, competizione ,ecc. Purtroppo la rabbia alimenta se stessa come un cane che si morsica la coda. Quando si vive in questo cerchio, infatti il cane tiene in bocca la propria coda formando un cerchio, si rimane automaticamente imprigionati nello stesso...Allargare le prospettive del cuore = comprensione, è la miglior cura per uscire da questa triste situazione.

Ripeto le parole di Cristo :"  Non giudicate coloro che ancora vivono con un cuore chiuso, già possiedono la loro pena ". Quando la rabbia lascerà il posto alla compassione.. tutto si risolverà in un nano secondo. Chiedi aiuto costante al cielo, Esso accorrerà per sostenere il tuo desiderio di non voler più impantanarti in questa energia distruttiva. Lasciali andare, non pensare più al passato, essi già soffrono e si ammalano proprio perchè il loro centro non è Dio..ma il proprio piccolo io.

CREDI ALLA FORZA DELL'AMORE E L'AMORE TI ACCOGLIRA' NEL SUO CALDO, RILASSANTE GREMBO. Anche questo passaggio di prova animica passerà....Ma vale la pena stare male per coloro che non sanno ciò che fanno?..Personalmente io mi arrendo all'impossibilità di accellerare i tempi della metamorfosi degli uomini. I tempi e i modi sono di DIO, A NOI SAPERLI COMPRENDERE E METTERLI IN ATTO..Quello che in questa vita ho pienamente compreso; è il rispetto per ogni pensiero, comportamento, cuore, scelte, ecc, ecc.. Per questo io sono in pace, i vecchi rancori hanno lasciato il posto ALL'ACCETTAZIONE DI OGNI ESPRESSIONE EGOICA O ALTRUISTA CHE SIA....

Trova la pace Alessandra...lei è alla porta ormai...affrettati ad aprire.

UN {#emotions_dlg.big-hug}Marinella.

bellissima

spiegazione grazie ragazze per avere intrapreso questa conversazione,

Marea

Mari ho ben compreso che ciò

Mari ho ben compreso che ciò che ancora mi manca è l'accettazione.
La non accettazione del ciò che è mi porta a sentire la durezza del mio cuore, questa è una verità.
Chiedo aiuto dall'ALTO con tutta la forza del mio spirito.

A presto
Ale

Login utente

readme