UNA BELLISSIMA FAVOLA DI CLEONICE PARISI... GUARIRE....

G U A R I R E – Favola

 

By Cleonice Parisi + luglio 28th, 2010

Sono in te, uomo dalle mille camice, dai tanti sorrisi, dai molteplici pianti, oggi hai trovato il canale per raggiungere il tuo essere spirituale, ogni volta che penserai di stare male ricordati di aprire questo canale, io sono il tuo maestro interiore colui che ti sanerà il cuore, non cercare altrove quel che dentro di te si muove. Apri il tuo canale è tempo di GUARIRE, nessun uomo vuol davvero morire, la tua mente è solo programmata malamente, torna alla sorgente e riprogrammeremo insieme la mente. Io sono colui che dentro di te è sempre desto, togli dal tuo viso quel colorito funesto ed io farò il resto.

G U A R I R E

Quando in una pagina bianca scriverai di quanto il tuo Essere arranca,  nello stesso istante in cui il pensiero si sarà guardato davvero, un nuovo moto interiore riaffiorerà dal dentro il tuo cuore, e nel prenderne coscienza finita sarà la tua convalescenza.

Scrivo da una vita, ma la mia convalescenza non è finita! Foglio bianco il mio Essere è stanco ogni giorno arranco, ma stringo comunque questa penna tra le dita.

Ci vuole passione per giungere alla propria comprensione non basta una scialba propensione, tu hai passione?

Passione? Io voglio vivere con tutte le mie forze, se non è passione questa non saprei trovare un’altra valida ragione.

Convoglia tal voglia in un foglio!

L’uomo riprese il foglio, era notte pesta e nel suo cuore tuonava la tempesta, era persino arrivato ad immaginare che quel foglio bianco gli parlasse, prese a scrivere ogni parola sensata o insensata che gli frullava per la testa, sapeva che ciò che scriveva non aveva senso, ma continuò a scrivere preso dalla spasmodica voglia di conoscersi, di indagarsi, di capirsi e quando ebbe finito, l’alba di un nuovo giorno bussava timidamente sui  vetri della sua finestra.

L’Uomo prese il foglio si mise vicino alla luce e prese a leggere ciò che aveva scritto in un moto interiore che molti avrebbero ritenuto follia, dopo le prima pagine di parole insensate piene di rabbia e rancore, pregne di profonda solitudine e dolore, il suo tratto divenne nitido calmo posato quasi come se quello scritto fosse stato da altra mano guidato, la sua attenzione divenne maggiore, e prese a leggere con avidità:

Sono in te, uomo dalle mille camice, dai tanti sorrisi, dai molteplici pianti, oggi hai trovato il canale per raggiungere il tuo essere spirituale, ogni volta che penserai di stare male ricordati di aprire questo canale, io sono il tuo maestro interiore colui che ti sanerà il cuore, non cercare altrove quel che dentro di te si muove. Apri il tuo canale è tempo di GUARIRE, nessun uomo vuol davvero morire,  la tua mente  è solo programmata malamente, torna alla sorgente e riprogrammeremo insieme la mente. Io sono colui che dentro di te è sempre desto, togli dal tuo viso quel colorito funesto ed io farò il resto.

L’uomo prese il foglio lo strinse al cuore,  mentre un sorriso luminoso gli si accese in viso sapeva che quel segreto andava condiviso.

By Cleonice Parisi + luglio 28th, 2010

Login utente

test