Crocifisso

Salute a Voi;

è qualche giorno che ripenso ad una notizia che ho sentito in radio mentre ero in macchina con mia moglie, premetto che era mattina presto ed ero nel traffico di Roma ed io ero ancora con il "cervello sul cuscino", quando Platinette dà la notizia di una mamma che dopo "sette anni di -battaglie legali-"è riuscita ad avere la meglio sull'argomento...<Crocifisso in classe>

ebbene, "suo figlio",essendo di un altro credo religioso, non poteva ammettere il crocifisso in classe.

che nervi

  1. ma io trasferendomi in un altro paese posso cambiare le abitudini di chi mi ospita senza tra l'altro chiedermi di che religione sono?
  2. in Italia non c'è un percorso scolastico che duri 7 anni, o il bambino in questione poverino non riesce ad andare avanti, o la madre è rimasta un po indietro!
  3. aveva soldi e tempo da buttare
  4. il figlio ha avuto tanta pazienza...con la madre
  5. e poi tutte le fedi che io conosco (tranne 1) professano la pace e l'amore, e che poi ce ne abbia parlato il Buddha, Maometto, Khrishtna, Gesù, cambia solamente il linguaggio, il luogo, la popolazione ed il tempo in cui veniva trasmessa, ma comunque la metti...E' AMORE! Invece quello che la mamma sta insegnando al figlio non mi sembra.

come genitore, avrebbe dovuto accendere la curiosità del bambino,fargli studiare cosa volesse dire il Crocifisso,e renderlo consapevole di quanti messaggi d'Amore abbiamo ricevuto da più maestri,questo non avrebbe significato la conversione ad un'altra fede, ma solamente aver arricchito con l'Amore il proprio bambino invece di crescere un estremista!

quanta strada dovrà fare ancora l'essere umano!

...ora va già meglio!

 

Login utente

test