ABBRACCIO...TESTIMONIANZA DI VIRAMO...E SE VOLETE...VOSTRA...(C'E' POSTA PER NORY E BRUNELLA)


NON E' NECESSARIO SAPERE
DOVE STAI ANDANDO


NON E' NECESSARIO SAPERE NEMMENO
PERCHE' STAI ANDANDO


TUTTO CIO' CHE HAI BISOGNO DI SAPERE
E' CHE STAI CAMMINANDO
CON GIOIA


PERCHE' SE TI STAI MUOVENDO CON GIOIA
NON PUOI SBAGLIARE STRADA


SE CAMMINI DANZANDO
CANTANDO, CELEBRANDO
LA DIREZIONE NON E' IMPORTANTE


NE LA VIA, NE LA META
OGNI ATTIMO DIVENTA
PARADISO


OSHO


======================================

ABBRACCIO...DEDICATO A COLORO COME ME, CHE NON RICORDANO DI ESSERE STATI ABBRACCIATI..

ABBRACCIO

Oggi gli psicologi sono ben consapevoli del fatto che, se un bambino non viene abbracciato e baciato, gli viene a mancare un nutrimento.

Come il corpo necessita di cibo, l’anima ha bisogno d’amore.

Puoi soddisfare tutti i bisogni fisici del bambino, gli puoi fornire ogni confort, ma se gli vengono a mancare gli abbracci, non si svilupperà in un essere sano.

In profondità, nel suo intimo, rimarrà triste, si sentirà trascurato, disprezzato, ignorato.

E’ stato allattato, però non ha ricevuto amore materno.

E’ stato osservato che un bambino, se non viene abbracciato, inizia a ritirarsi dalla vita “può anche morire” sebbene non gli manchi nulla dal punto di vista materiale.

Per quanto concerne il corpo non è stato trascurato nulla, ma se il bambino non è stato circondato d’amore rimane isolato, sconnesso, slegato dall’esistenza.

L’amore ci connette con l’esistenza, è la nostra vera radice.

Così come hai bisogno di respirare – per il corpo è essenziale; se smetti, muore - allo stesso modo, hai bisogno d’amore, l’amore è il respiro interiore.

L’idea che il bambino muoia e si divenga adolescenti; e poi che l’adolescente muoia e che divenga giovani; e poi che il giovane muoia e si divenga adulti e così via, è sbagliata.

Il bambino non muore mai è presente dentro di te avvolto da altre esperienze, avvolto dall’adolescenza,

poi dalla giovinezza, poi dalla mezza età, poi dall’età matura; ma il bambino è sempre lì.

Sei simile a una cipolla: uno strato a ridosso di un altro; se peli una cipolla avrai strati sempre più giovani. Avvicinandosi al centro, gli strati saranno sempre più freschi.

La stessa cosa vale per l’uomo: se entri profondamente in lui, troverai sempre il bambino innocente, entrare in contatto con questo bambino innocente è terapeutico.

Se abbracci qualcuno con calore, con amore, se non è soltanto un gesto formale, se è un gesto caldo, espressivo, vero, se il tuo cuore fluisce in quell’abbraccio, immediatamente entri in contatto con il bambino innocente dentro di te.

Questo bimbo innocente, affiorando anche per un solo momento, provoca un cambiamento profondo, perché l’innocenza del bambino è sempre sana e integra: è priva di qualsiasi corruzione. Hai raggiunto il punto più intimo dalla persona, là dove nessuna corruzione è mai entrata, hai raggiunto la terra vergine, ed è sufficiente tornare a far vibrare di vita questa terra vergine, per vivere una vita nuova, appagante e ricca.

E’ sufficiente un abbraccio per toccare la pienezza dell’essere.

Osho da “ The Wild Geese and the water”

www.biodanzaedintorni.it/CITAZIONI3.htm - 42k -

==============================

ABBRACCIO...
DEDICATO A CHI, COME ME, NON RICORDA DI ESSERE STATA ABBRACCIATA...


"Se abbracci qualcuno con calore, con amore, se non è soltanto un gesto formale, se è un gesto caldo, espressivo, vero, se il tuo cuore fluisce in quell’abbraccio, immediatamente entri in contatto con il bambino innocente dentro di te."

====================

Testimonianza di viramo...

Ecco spiegato il perchè a volte... sento un forte desiderio di abbracciare le persone..

Ora, grazie alle parole di Osho comprendo la mia necessetà compulsiva di abbracciare.....Questà consapevolezza mi ha creato un dolore pressante. E non credo.... sia rivolto esclusivamente a me stessa..

Ho un figlio che adoro... ma quante volte in passato ho espresso, attraverso un caldo abbraccio, il mio amore per lui?..    Si, l'ho fatto... ho frammenti di ricordi, ma certamente non sono stati così copiosi.. " dato che in me.. c'è un senso di pochezza ".

Quanto può essere limitata una vita.. per chi non ha conosciuto... ciò che non è in grado di trasmettere?.. Oggi posso dire senza tante scusanti...MOLTO...

Ora il mio cuore di mamma sente la tenerezza a livello animico. Oggi vedo nelle creature, in tutte le creature, quel figlio che non ho MOLTO abbracciato... ma comunque.... Immensamente amato...

Oggi sento la necessità di abbracciare l'anima, parlare all'anima di coloro che affaticati e stanchi giungono a me con tante speranze, ma soprattutto con il loro bagaglio di dolore infantile... e non.

Hai ragione Maestro!.

E’ sufficiente un abbraccio per toccare la pienezza dell’essere.

Il cuore ha questo grande potere....Il cuore va...dove sente un bisogno infinito di essere abbracciato dall'accogliente SENO MATERNO.......

Fa che il mio " seno" sia turgido D'AMORE per tutte le creature...Questo Sento.

../Images/angelo40.gif

Da cuore a CUORE...Namaste' viramo..Sorridente




ABBRACCI ??

"DEDICATO A COLORO CHE NON RICORDANO DI ESSERE STATI ABBRACCIATI"

Come mi ritrovo in queste parole! Per quanto mi sforzi di andare indietro nel tempo, per cercare di trovare il ricordo di un abbraccio, il calore di amorevoli braccia che circondassero le mie esili spalle di bambina sempre ammalata e che mi facessero sentire amata e al sicuro, non lo trovo.

Per questo comunque, oggi, non mi sento una vittima; sento solo che sono rimasta a digiuno e la frase di Viramo:

"Quanto può essere limitata una vita per chi non ha conosciuto ciò che ora non è in grado di trasmettere" è sacrosanta verità.

Come puoi trasmettere ciò che non conosci? Eppure tutta la mia vita è stata dedicata agli altri e anche se le mie braccia erano restie ad abbracciare fisicamente, il mio servizio, l'intenzione del mio cuore erano un continuo abbraccio verso le persone che si trovavano o che entravano nel mio raggio d'azione.

Lasciamo perdere il discernimento! Quello proprio non c'era e per questo, dando a chi non riciclava, sono comunque rimasta a digiuno.

Ma io, per me stessa, dov'ero ?

Ora, arrivata al tramonto della mia vita, sento che è tempo di prendermi cura di me stessa. Come ?

Bastano anche delle piccole attenzioni, delle piccole gioie che mi regalo.

Esempio: Settimana scorsa avevo fatto un lavoro e con il ricavato di questo lavoro mi sono comperata i fiori che vedete nella foto.

Questo gesto mi ha riempito il cuore di gioia per un giorno intero, perchè io amo i fiori, i colori e la musica e finalmente ho imparato a dedicarmi delle attenzioni per darmi gioia.

Diciamo che ho imparato ad abbracciarmi.

Come puoi trasmettere ciò che non conosci? Ma ora conosci,,,

Ora hai compreso quanto è importante amarsi?

Se ci rispettiamo, se ci diamo valore, se sentiamo per noi una grande tenerezza, allora questo... SENTIAMO PER DIO... Quello che penso di aver compreso è " Possiamo dire di amare DIO, solo nel momento che lo riscopriamo in noi stessi" E una volta scoperto CI AMIAMO.

Non sarebbe possibile non farlo, perchè a quel punto... è LUI che AMA, attraverso noi...

Namastè viramo..Sorridente

Sì abbracciamoci.

Sì abbracciamoci. E' l'unica cosa saggia che, noi anime "datate", possiamo fare per riempire quel vuoto che dentro di noi ancora piange e fa sentire la sua carenza.

Quest'anelito, quest'arsura ha reso anche me una dispensatrice sconsiderata di perle su perle d'amore a chi non lo voleva ma voleva una retta azione che poteva consistere in un giusto e non negoziabile no.

L'amore che mia madre nutriva verso i suoi 3 figli non è mai stato messo in discussione ma era fatto di lavoro, di sacrifici,anche inumani, era percepibile nel suo sguardo, nella luce dei suoi occhi color cioccolata, che a seconda delle circostanze in un secondo però potevano diventare gelidi e allora si inziava a tremare ed a chiedersi:"Cosa ho fatto?".Ma il più delle volte già lo sapevi e ti facevi piccola piccola:la sua punizione era nello sguardo più che nelle parole, ma i suoi abbracci erano pochi molto pochi e mi mancavano.

Ora quando sono sola e desolata, nella solitudine del mio letto,stringo a me le mie braccia e le chiedo di farlo anche lei e subito un tenero tepore mi riscalda e sento il suo vero amore,non più limitato dalle forme educative molto severe che l'avevano plasmata,librarsi nell'etere e venire dalla figlia che tanto ha desiderato il suo amore.

Io credo che in questo scambio d'amore lei riesca,ora, a equilibrare anche la sua disperata carenza ed arsura di vero amore.

Papà non è mai riuscito ad esprimere se stesso. Finchè ha voluto e potuto lo ha espresso scrivendo bellissime poesie, poi si è sempre più chiuso ed ho conosciuto il suo amore per me attraverso le parole della sua seconda moglie; che enorme spreco: io sentivo il suo amore per me e lui sentiva il mio per lui ma nassuno dei 2 ha avuto l'umiltà necessaria ad esprimerlo verbalmente all'altro.

L'amore deve essere manifestato, non bisogna nasconderlo in fondo a un cassetto,diventa come il tesoro del pirata Barbanera affondato nel mar dei Caraibi, non serve a nessuno e non verà mai riciclato.

Sì l'amore deve essere riciclato dato che in ogni istante lo riceviamo da NOSTRO PADRE ed è nostro DOVERE RESTITUIRLO a chi è a noi prossimo.

Sì! Ma nel modo consono ed idoneo,che stiamo ,ora, apprendendo: con le Rette Azioni e il rispetto delle leggi universali, sarà Amore Cristico.

Solo così il mio desiderio di abbracciare tutti,come dice Viramo, sarà un vero abbraccio cosmico, globale ed utile anche per Madre Terra e  soddisferà la nostra arsura,prima mai soddisfatta, poichè il primo passo è:"Amati e poi potrai Amare".

UN ABBRACCIO COSMICO ANCHE A TE.... BRUNELLINA..

IDEM COME SOPRA = RISPOSTA A NORINELLA..Sorridente

http://www.aurorablu.it/postcard/angeli/casaangeli.jpg

Login utente

test