IL CORAGGIO....( INTERESSANTE CONOSCERE )..........6...10....13

 

Anima di Cristo, santificami.<br />
Corpo di Cristo, salvami.<br />
Sangue di Cristo, inebriami.<br />
Acqua del costato di Cristo, lavami.<br />
Passione di Cristo, confortami.<br />
O buon Gesù, esaudiscimi.<br />
Dal nemico maligno, difendimi.<br />
Nell'ora della mia morte, chiamami.<br />
Fa che venga a lodarti coi tuoi santi nei secoli dei secoli, Amen.
 

"Non puoi essere veritiero, se non sei coraggioso. Non puoi essere amorevole, se non sei coraggioso. Non puoi essere fiducioso, se non sei coraggioso. Non puoi ricercare la realtà, se non sei coraggioso. Pertanto, il coraggio è al primo posto e tutto il resto ne consegue."

"La vita è incerta: l'incertezza è la sua natura intrinseca. Una persona intelligente rimane sempre nell'incertezza. La disponibilità stessa a rimanere nell'incertezza è coraggio. La disponibilità stessa a rimanere nell'incertezza è fiducia. Una persona intelligente è quella che rimane vigile di fronte a qualsiasi situazione e risponde con tutto il suo cuore. Non sa che cosa le accadrà, non può dire: Se farò questo, mi accadrà quest'altro".

"La vita non è una scienza, non è una catena di causa/effetto. Se scaldi l'acqua a cento gradi, evaporerà: questa è una certezza; ma nella vita reale non ci sono certezze simili a questa! Ciascun individuo è una libertà, una libertà sconosciuta. E' impossibile fare previsioni, è impossibile aspettarsi qualcosa; si deve vivere con consapevolezza e acquisire la capacità di comprendere. Venite da me alla ricerca del sapere; volete da me delle formule prestabilite per potervi aggrappare a queste. Io non vi do nessuna formula.

Di fatto, se ne avete qualcuna, io ve la toglierò! A poco a poco, distruggerò le vostre certezze; a poco a poco, vi renderò sempre più insicuri e pieni di esitazioni. E' questo l'unico lavoro che si deve fare; è questo l'unico lavoro che ogni Maestro deve fare! Lasciarvi nella libertà totale. Quando sarete totalmente liberi, con tutte le possibilità aperte, senza alcunché di prestabilito e dovrete diventare consapevoli: non potrete fare altrimenti! E' ciò che chiamo comprensione. Se comprendete, vedrete che l'insicurezza è una parte intrinseca della vita - ed è bene che sia così: in questo modo la vostra vita diventerà libera e sarà un susseguirsi di sorprese. Non puoi sapere che cosa ti accadrà: vivrai in uno stato di costante meraviglia. Non chiamarla incertezza: chiamala meraviglia. Non chiamarla incertezza: chiamala libertà." Osho

Dal libro

Capitolo primo

Che cos'è il coraggio?  All'inizio non c'è molta differenza tra un uomo coraggioso e un codardo. L'unica differenza è che il codardo ascolta le proprie paure e le asseconda; invece l'uomo coraggioso mette da parte le proprie paure e va avanti. L'uomo coraggioso entra nell'ignoto, malgrado le proprie paure.

Il Tao del coraggio  La vita non segue la tua logica e procede, indisturbata, per la sua strada. Tu devi ascoltare la vita; non sarà mai la vita ad ascoltare la tua logica, non la degna della benché minima attenzione.

La via del cuore  La parola "coraggio" è molto interessante: viene dalla radice latina cor, che significa "cuore"; quindi essere coraggiosi significa vivere con il cuore.

La via dell'intelligenza  L'intelligenza è vitalità e spontaneità, è apertura e vulnerabilità ed è imparzialità. L'intelligenza è il coraggio di agire senza partire da conclusioni a priori.

La via della fiducia  La fiducia è il livello di intelligenza più elevato. Perché le persone non hanno fiducia? Poiché non si fidano della propria intelligenza. Hanno paura, temono di essere imbrogliate. Hanno paura, ecco perché dubitano: il dubbio sgorga dalla paura.

La via dell'innocenza  Il problema reale non è il coraggio, il problema reale è questo: il conosciuto è morto, l'ignoto è il vivente. Aggrapparsi a ciò che si conosce significa vivere aggrappati a un cadavere. Liberarsi da quell'attaccamento non richiede coraggio; in realtà, richiede coraggio continuare ad aggrapparsi a un cadavere.

Capitolo secondo

Quando il nuovo bussa alla tua porta, aprila!  Il nuovo ti è sconosciuto. Potrebbe esserti amico, potrebbe esserti nemico, chi può dirlo? Non hai modo di saperlo! L'unico modo per saperlo è lasciare che ti accada. Da ciò nascono le apprensioni e la paura.

Capitolo terzo

Il coraggio di amare  La paura non è altro che assenza dell'amore. Fa' qualcosa in funzione dell'amore, dimentica la paura. Se amerai nel modo giusto, la paura sparirà.

Non un rapporto, ma uno stato dell'essere  L'amore non è un rapporto, l'amore è uno stato dell'essere che non ha niente a che fare con chiunque altro. Non si è in amore, si è amore. Naturalmente, quando sei amore, sei innamorato: essere innamorato è una conseguenza, è un sottoprodotto: non è la sorgente. La sorgente del tuo innamoramento è che tu sei amore. Questo dolce è delizioso! L'amore è rarissimo. Incontrare una persona nel suo centro, significa attraversare una rivoluzione perché, se vuoi incontrare una persona nel suo centro, devi permettere anche a lei di raggiungere il tuo centro. Devi diventare vulnerabile, assolutamente vulnerabile e aperto. Ciò è rischioso.

Un mondo senza confini  L'amore è un'apertura verso un mondo senza confini, verso un mondo infinito. L'amore inizia ma non finisce mai, ha un inizio ma non ha fine.

Né facile né difficile, soltanto naturale  L'amore è uno stato naturale di consapevolezza. Non è facile né difficile: non applicare all'amore questi due aggettivi. L'amore non è uno sforzo, quindi non può essere facile né difficile. Amare è come respirare. L'amore è simile ai battiti del tuo cuore, alla circolazione del sangue nel tuo corpo. L'amore è il tuo stesso essere.

Capitolo quarto

Togliti dalla folla!  Meditazione è il coraggio di stare in silenzio e da solo. A poco a poco cominci a sentire in te una qualità nuova, una nuova vitalità, una bellezza e un'intelligenza nuove: tutte cose che non hai preso in prestito da nessun altro, che stanno crescendo nel tuo essere e affondano le radici nella tua esistenza. Se non sei un codardo, fioriranno e daranno i loro frutti.

La politica dei numeri  La società ha una profonda aspettativa su di te: spera che ti comporti esattamente come tutti gli altri. Nell'istante in cui ti comporti in modo anche minimamente differente, diventi un diverso, uno straniero. E la gente ha un sacro terrore dello straniero.

Ascolta il tuo intuito  Un ragazzo si grattava continuamente la testa. Vedendolo, un giorno suo padre gli chiese: "Perché ti gratti continuamente la testa?" Il ragazzo gli rispose: "Suppongo di essere il solo in grado di sentire i suoi pruriti!" Questo è intuito!

Libertà da, libertà per  Non pensare mai in termini di libertà da, pensa sempre in termini di libertà per; la differenza è grande, è enorme. Non pensare di essere libero da, ma di essere libero per. Essere libero per Dio, essere libero per cercare la verità. Scopri il tuo volto originale Sii semplicemente ciò che sei e non curarti affatto del mondo; in questo modo avvertirai un profondo rilassamento e il tuo cuore sarà avvolto da una pace profonda. Nello Zen questo è chiamato "il tuo volto originale", lo stato in cui sei rilassato, privo di tensioni, di pretese e di ipocrisia, libero da qualsiasi presunta disciplina che ti dica come dovresti comportarti.

Capitolo quinto

La gioia di vivere pericolosamente  I coraggiosi procedono, si tuffano a capofitto nella vita: cercano ogni opportunità di pericolo. La loro filosofia di vita non è quella delle compagnie di assicurazione. La loro filosofia di vita è quella degli scalatori di montagne, dei volovelisti, dei surfisti. I coraggiosi non praticano il surf solo nei mari: lo praticano anche nei loro mari interiori. I coraggiosi non scalano solo i monti delle Alpi o dell'Himalaya: cercano di raggiungere anche le loro vette interiori. Vivere pericolosamente significa vivere! Se non vivi pericolosamente, non vivi affatto. La vita fiorisce solo nel pericolo; la vita non fiorisce mai nella sicurezza, fiorisce solo nell'insicurezza.

Qualsiasi cosa tu faccia, la vita è un mistero  La mente ha qualche difficoltà nell'accettare l'idea che esistono cose inspiegabili. La mente ha una profonda e folle pulsione che la riduce a credere che ogni cosa abbia una spiegazione... se non ha spiegazioni, che abbia almeno una ragione! Ogni perplessità, ogni paradosso, sconvolgono la tua mente. La vita è sempre selvaggia L'ego ti circonda come una muraglia. Ti persuade che, circondandoti, ti proteggerà: questa è la seduzione dell'ego.

Il coraggio supremo: nessun principio, nessuna fine  Esistono molti tipi di paure ma, fondamentalmente, sono tutti rami dello stesso albero, sono tutti germogli della stessa, unica paura che si chiama morte. Puoi non essere consapevole che la tua paura abbia qualcosa a che fare con la morte, ma ogni paura è correlata con la morte.

Capitolo sesto

Alla ricerca dell'assenza di paura una serie di domande e risposte su coraggio e paura seguite da alcune tecniche di meditazione utili per uscire alla vita...

Tutti hanno paura, devono avere paura: la vita è tale da suscitare paura nell'essere umano. Coloro che raggiungono la stato di assenza di paura non l'hanno raggiunto diventando audaci, spavaldi, poiché l'uomo audace ha solo represso la sua paura, quindi non ha realmente raggiunto la stato di assenza di paura. Non è un problema di audacia: devi solo osservare in profondità i fatti della vita e comprendere che le tue paure sono naturali. Dunque le accetti! Le meditazioni consigliate sono: Meditazione per liberarti dalla paura del vuoto

www.ilgiardinodeilibri.it › Maestri spiritualiOsho -

marinella.........{#emotions_dlg.big-hug}

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.big-hug}

coraggio

Grazie Viramo

mi auguro che il mio inconscio, oltre che il conscio, abbia capito il valore del coraggio!

Grazie anche perchè ho avuto la possibilità di vedere Osho, che come in altri momenti ho già avuto modo di dire, io vedo e amo come un padre molto amorevole.

Un grosso abbraccio - Alba

Login utente

test