esperienza di vita ( C'E' POSTA PER TRUDY )

Ciao a seguito delleviolenze che in questi giorni sentiamo attraverso la televisione

riguardanti le donne volevo trasmettere la mia testimonianza come messaggio positivo ..allego qua' sotto in breve alcuni punti importanti della mia vita..

 

Ciao! Questo libricino è nato da me' con l' idea che possa esserti d'aiuto

quando sei in una situazione dalla quale non sai uscirne per mille paure..

Come vedrai leggendo anch'io nel momento della mia decisione ero da

sola!! Il percorso che è iniziato da quel momento è stato liungo..a volte

 anche pesante..Sulla mia strada per arrivare a questo punto hanno teso

la mano i servizi sociali Adulti in difficolta',  il dormitorio ..la casa d' accoglienza

 delle donne maltrattate  e l' ultima tappa è stato l' appartamento della cena dell' amicizia

dove ho avuto modo di rinascere...

Con queste righe io voglio ringraziare tutti x tutto nessuno escluso e spero che per te'

possa essere una spinta a dire "posso farcela  anch'io!!"

SOLITUDINE

 

 

 

E in effetti  quel giorno in cui mi sono lasciata alle spalle quella casa...! La solitudine più completa. Nessuno vicino a me. Ero forte della mia decisione ma spaventata da quello che avrei incontrato da quel momento in avanti. Le amiche dov'erano? …Al telefono… solo se chiamavo io. Dove era quella che va a trovare i vecchietti della parrocchia? Dove era quella che predica la solidarietà in queste situazioni? Quel giorno nessuno che mangiasse un panino con me. Non c'era nessuno quando le porte dei pensionati mi si chiudevano in faccia;  perché non c'erano posti;  perché ero troppo grande…. E i padroni della nostra casa, quelli che avevano preso i soldi dell'affitto e li avevano presi per merito mio,  dove erano finiti? Quanta amarezza, quanta tristezza! Penso che se un mago allora, guardando nella sfera di cristallo, mi avesse predetto questo futuro, gli avrei risposto che si sbagliava, che non poteva essere vero!

 

 

NON PUOI TRASFORMARE LA COMUNITA’ IN UN TEATRO!

 

 

Ciao! Oggi sto usando questo foglio per esprimere delle idee  che dette ad una persona, magari in modo forte, potrebbero far male. Voglio partire con due considerazioni che ho sperimentato sulla mia pelle. La prima: ho girato varie strutture di accoglienza e conosciuto varie assistenti; in quasi tutti questi luoghi ho constato una difficoltà a rapportarsi con te in quanto persona. Forse per mantenere il distacco, non lo so… Ma so che in questo momento voglio sfogare la mia rabbia gridando: ”Hanno davanti una persona, non un pacco postale!”. Credo che nessuna persona ambisca a stare in queste strutture dove, seppur libera, subisce un controllo. Ad una donna che ho conosciuto in uno di questi luoghi è stato detto che non poteva trasformare la comunità  in un teatro...             

Ho il dente avvelenato, è vero, ma perché, e giungiamo alla seconda osservazione, penso che la persona che arriva da loro è già spaventata perché si è già sentita dire di no in altri posti. Si è vista chiudere in faccia delle porte e allora non merita forse un po’ di “amore”?! Ed è possibile! A me un assistente lo ha fatto. Ha preso la mia mano e mi ha detto:” Non sei più sola; adesso sei forte anche davanti a lui”. Sono due parole che in questi momenti di terrore ti aprono il cuore. Scrivendo queste righe mi torna alla mente la frase che invece usciva di solito da tutte le bocche quando telefonavo per chiedere aiuto : “Noi aiutiamo le donne ad uscire da queste situazioni. Tu lo hai fatto da sola e poi hai anche un lavoro…!” Ma non hanno ancora capito che il lavoro è il primo psicologo che ti tiene la mente impegnata, che ti rapporta con gli altri e quindi ti costringe a reagire? Io ho trovato delle persone per le quali ho lavorato che, anche se la mia efficienza in quel periodo non era il massimo, mi hanno visto piangere e star male e non si sono mai lamentati, anzi , mi hanno dato solidarietà. Io non lavoro solo per i soldi ma per star bene! Ricorderò sempre una persona che in quel giorno terribile per me, in cui l’ unica certezza che mi rimaneva ero io ed il mio lavoro, ha minacciato di licenziarmi! Ma per fortuna è stato schiacciato da tutte le altre manifestazioni di solidarietà!

 

 

CIAO!

Ti sto scrivendo dopo una giornata nella quale mentre le mie mani e il mio corpo lavoravano la mia mente pensava;

Pensava al passato,alla situazione che mi ha portato alla condizione in cui mi trovo,

e per  questo ho deciso di scriverti, perché tu possa non soffrire!!

Io ho avuto un infanzia e in seguito un adolescenza rovinata da grosse problematiche familiari, sono cresciuta con un bisogno d’amore grande, lo cercavo ma non sapevo

Cosa fosse!!

Mi bastava una caramella , un attenzione e pensavo che quello fosse il” bene” 

Ho passato un periodo nel quale ho avuto la conoscenza di un reciproco scambio tra uomo e donna ed è stato forse il periodo in cui sono stata oggetto di attenzioni e coccole ma con l’allontanamento è finito.

E lui Mister x ha fatto la sua scena ;Un grande artista sulla scena, capace di farmi sentire legata a lui. Non lavorava, non importava gli volevo comunque bene, sparivano i soldi” Poveretto ha dei problemi”e questo lo mettevo davanti a tutto ciò che mi apriva gli occhi  su di lui, fino a quando un giorno il gioco non è più riuscito e ho visto una realtà che mi faceva paura al punto di scappare!

Quindi con il senno di poi ti dico , non ti coprire gli occhi per il bisogno di “bene”,

guarda le cose in faccia,e, quando il primo campanello dentro di te suona non metterlo a tacere !

Non arrivare a odiarlo per quello che ti ha fatto , ancora una volta staresti male solo tu!!

Impara ad amarti , è importante per capire che se anche non hai qualcuno per cui sentirti utile hai te stessa, e, tu vali. Meriti il tuo amore con la forza del quale andare

 

avanti.

Dopo averti trascritto questa lettera che ho scritto nella mia permanenza nella “Casa delle donne maltrattate”ancora oggi ti rinnovo e lo ripeto anche a me l’invito ad amarti perché tu vali!…_

 

 

 

 

TRUDY: LA  MIA OASI DÌ SERENITA’

 

 

 

In questo viaggio mi sono dimenticata di parlare di un essere vivente indispensabile per me, cioè Trudy. In questo momento è dalla baby sitter dato che sono in vacanza, e sta andando tutto bene, al contrario di quanto avevo temuto. Si è fatta coccolare, spazzolare. L’unico neo è che si è mangiata dei tovaglioli di carta. Non vedo l’ora di spupazzarmela anche se so che il rientro sarà poi quotidianità, per cui tornerà il problema dell’attesa dell’assegnazione della casa. Occorrerà “tampinare” i vari servizi  per trovare una soluzione. Rifare controlli medici sperando che dopo questo riposo i valori siano tornati alla normalità!?! Qualunque sia il panorama che mi si prospetterà al ritorno dovrò cercare di dare  il meglio di me.

 

Ciao stavo riflettendo visto che il mio rapporto

con questa casa che mi ha ospitato volge al termine

e mi veniva spontaneo così come te lo scrivo un pensiero

"In questa casa ho riavuto per due volte la vita...L' ingresso

qui' mi ha dato la possibilità di fare uscire la vera Mariangela

e la seconda vissuta sempre in queste mura è stato l' intervento

chirurgico che mi ha cambiato la vita ..me l' ha portata ad una

condizione accettabile..."

Sempre in questa casa ho avuto il mio primo animale Trudy che ha

vissuto con me' i primi e anche i piu' duri momenti per un recupero

emotivo ...ed è mancata  sempre durante la permanenza qui..

Insomma sara' sempre nella mia mente legata a tante cose...

non credo riapparira' nel trascorso di accoglienza dalla fuga da mister x

come momento facile ma della via all' autonomia..

 

 

Cosa non di minore importanza in questa casa ha avuto inizio questo blog..

e quando io all' inizio ero titubante ricordo un amico in particolare che mi

 incoraggiava  a proseguire pensando che i risultati si sarebbero visti nel tempo ...

Queste parole si sono mostrate vere ..Si è creata una cerchia di persone che ruotano

attorno al blog  che stanno seguendo anche questo passaggio e che hanno piacere che

nella nuova casa ci sia qualcosa di riconducibile a loro...Sono felice di questo...!!

 

 

Questa settimana che arriva e porta al distacco sarà "pesantuccia" Io avrò cento cose a cui pensare ma ti chiedo pensami...stammi vicino in questo passaggio  fammi sentire che non sono sola!!

 

Un abbraccione!! Un sorriso..e a presto!!

 

LA NUOVA CASA PRENDE VITA

 

Ciao! Che caldo! Come stai?

I lavori nella nuova casa proseguono e sempre di piu'

la vedo prendere vita..E' una bella sensazione!!

Spero che sia condivisa anche da te' perche' vorrei

fare con te' questo nuovo cammino ...

 

 

Trudy e Bunny soffrono anche loro il caldo..

come lo scorso anno gli ho comprato il gatorade

allungato con l' acqua gle lo metto nella ciotola

e mentre Trudy si nasconde dietro ai cuscini alla ricerca del fresco

Bunny si mette sul pavimento o tra le scatole o sotto una cassettiera...

 

 

Gli amici dell' adozione sono partiti per la loro prima esperienza come genitori

nella casa al mare...

 

 

E tu invece come stai? Il caldo improvviso anche a te' ha creato disaglo?

Sei anche tu alla ricerca del fresco nella casa di campagna?

Ti auguro un buon fine settimana!!

 

 

Un abbraccio...un sorriso e a presto!!

 

 

 

Ciao e benvenuta sul forum..

Ciao Trudy benvenuta sul forum.. Non si comprende a chi sia rivolto il tuo scritto, sarebbe opportuno specificare... in modo che... sia comprensibile ai lettori..

Grazie ..namastè  {#emotions_dlg.salut}

interlocutore

e' rivolto ad un interlocutore immaginario perche' chi lo legge possa sentirsi la persona a cui il testo è indirizzato..Questa forma l' ho utilizzata volutamente..anche nel blog che gestisco Trudy .my blog.it  Se la forma creasse problemi resto a disposizione..

Nessun problema, chi legge

Nessun problema, chi legge saprà valutare da sè, l'ìmportante era chiarirne il senso.

Namastè{#emotions_dlg.salut}

Login utente

test