le quattro nobili verità

 

L’insegnamento deL BUddHa

el libro n° 1 abbiamo visto che
l’insegnamento fondamentale del Buddha è:
NON FARE IL MALE,
FAI IL BENE,
PURIFICA LA MENTE.
Ora approfondiamo il suo insegnamento che è
racchiuso in quattro leggi che vengono dette:


le quattro nobili verità

1 Tutto è sofferenza
2 La sofferenza è causata dal desiderio
3 Se si elimina il desiderio, si elimina la
sofferenza
4 Il Nobile Ottuplice Sentiero è il metodo
per porre fine alla sofferenza

uando siamo ci ammaliamo, andiamo
dal medico. Un buon medico trova
quale è la malattia di cui soffriamo, dopo ricerca
che cosa la ha causata.
Poi decide la cura, infine prescrive le medicine
che ci faranno stare
di nuovo bene.
Allo stesso modo il
Buddha ci mostra
che nel mondo c’è
la sofferenza e il
dolore. Poi ci spiega
le cause della
sofferenza.

 


le quattro nobili verità

1 Tutto è sofferenza
2 La sofferenza è causata dal desiderio
3 Se si elimina il desiderio, si elimina la
sofferenza
4 Il Nobile Ottuplice Sentiero è il metodo
per porre fine alla sofferenza

uando siamo ci ammaliamo, andiamo
dal medico. Un buon medico trova
quale è la malattia di cui soffriamo, dopo ricerca
che cosa la ha causata.
Poi decide la cura, infine prescrive le medicine
che ci faranno stare
di nuovo bene.
Allo stesso modo il
Buddha ci mostra
che nel mondo c’è
la sofferenza e il
dolore. Poi ci spiega
le cause della
sofferenza.

Ci dice che la sofferenza può essere eliminata,
infine ci mostra il modo in cui possiamo porre
termine alla sofferenza.
Queste sono le Quattro Nobili Verità.

Nello schema sotto, sono state indicate le
somiglianze tra un buon medico e il Buddha.

La Quarta Nobile Verità rappresenta la terapia, la
cura, il metodo, la via che dobbiamo seguire per
uscire dalla sofferenza fisica o mentale.
È formato da otto passi, otto regole di
comportamento, per questo si chiama “Ottuplice
Sentiero”.

 
1. La Prima Nobile Verità: la Sofferenza

La scoperta del Buddha circa la soluzione al
problema della sofferenza inizia con il
riconoscimento che la vita è sofferenza. Questa è la
prima delle Quattro Nobili Verità.
Se le persone esaminano la loro stessa esperienza o
guardano il mondo attorno a loro, vedranno che la
vita è piena di sofferenza e infelicità. La sofferenza
può essere fisica o mentale.


Sofferenza fisica
La sofferenza fisica ha molte forme. Le persone
devono aver visto qualche volta come i loro parenti
anziani soffrano. Molti di loro patiscono di dolori e
malanni alle loro giunture e alcuni hanno molte
difficoltà a muoversi da soli. Con l'avanzare
dell'età l'anziano trova la vita difficile perché non
riesce a vedere, udire o mangiare bene. La
sofferenza della malattia che colpisce allo stesso
modo giovani e anziani può essere insopportabile.
Il dolore della morte porta molta sofferenza. Anche
il momento della nascita dà dolore, sia alla madre
che al neonato.

 
La verità è che la sofferenza della nascita, della
vecchiaia, della malattia e della morte è inevitabile.
Alcune persone fortunate possono ora godere di
vita felice e spensierata, ma è soltanto questione di
tempo e anche loro sperimenteranno la sofferenza.
Ciò che è peggio è che nessun'altro può
condividere questo dolore con chi lo sta patendo.
Per esempio, una persona può essere molto
preoccupata perché la propria madre sta
invecchiando. Ma non può prendere il suo posto e
soffrire le sue pene dell'invecchiamento.
Così, se un ragazzo si ammala gravemente, la
madre non può provare il disagio della malattia al
posto suo. E poi, nessuna madre né alcun figlio
possono aiutarsi l'un l'altro quando giunge il
momento della morte.


Sofferenza mentale
Oltre alle sofferenze fisiche ci sono anche varie
forme di sofferenza mentale. Le persone si sentono
tristi, sole o depresse quando perdono qualcuno
che amano per separazione o morte.
Diventano irritate o fastidiose quando sono
obbligate a stare in compagnia di persone che non
amano o che sono sgradevoli. Le persone soffrono

7
anche quando sono incapaci di soddisfare le loro
necessità e le loro esigenze. Gli adolescenti, per
esempio, si sentono frustrati e arrabbiati se i loro
genitori impediscono loro di andare ad una festa a
tarda notte o di spendere grandi somme di denaro
per abiti costosi e alla moda o giochi. Gli adulti,
d'altra parte, possono essere infelici se non riescono
a guadagnare ricchezze, potere o fama

Altri tipi di sofferenza
Calamità naturali, come terremoti, alluvioni o
carestie, causano enormi sofferenze alle persone.
Gli uomini devono anche far fronte a privazioni
causate da guerre e ingiustizie sociali.
I problemi possono anche sorgere in una classe.
Quando tu cerchi di studiare ma la classe è troppo
rumorosa o i tuoi compagni cercano di disturbarti
puoi sentirti infelice o arrabbiato. Qualche volta i
problemi possono succedere a te personalmente:
quando non superi un esame ti sentirai infelice o
deluso. Questi sono problemi sgraditi. Le persone
cercano di fare del loro meglio per evitarli e
liberarsene.

 
2. La Seconda Nobile Verità: la causa della
sofferenza

La causa della sofferenza è fortemente fondata
sull'avidità e sull'egoismo.
Il Buddha vide che la causa della sofferenza è il
desiderio egoistico e la cupidigia.
Le persone vogliono ogni genere di cosa e per
sempre. Tuttavia, l'avidità è sconfinata come un
buco senza fondo che non può mai essere riempito.
Più si desidera, più la vita diventa infelice. Così i
nostri voleri e desideri illimitati sono la causa della
nostra sofferenza.
Molti bambini che hanno avuto un pezzo di
cioccolato vorranno chiederne di più. Quando non
lo avranno si sentiranno sconvolti o anche
arrabbiati. Benché essi sappiano che mangiare
troppo cioccolato può causare loro un brutto mal di
stomaco o di denti, ne vorranno ancora.
Le cose che vogliamo di più possono causarci il
massimo della sofferenza.

 
3. La Terza Nobile Verità: La fine della
sofferenza

Per far terminare la sofferenza l'egoismo sfrenato
deve essere rimosso. Come un fuoco muore
quando non viene aggiunto combustibile così
l'infelicità terminerà quando sarà levato il
carburante dell'egoismo sfrenato. La nostra mente
vivrà uno stato di perfetta pace. Saremo sempre
felici.
I buddisti chiamano lo stato in cui tutte le
sofferenze sono estinte con il nome di Nirvana.
Esso è un perenne stato di grande gioia e pace; è la
più grande felicità della vita.


4. Quarta Nobile Verità: il sentiero che
conduce alla fine della sofferenza

Il modo per porre fine alla sofferenza è seguire il
“Nobile Ottuplice Sentiero”.


L'INSEGNAMENTO DEL BUDDHA - LIBER

http://www.liber-rebil.it › uploads › 2011/09 › Ins...

 

 

Login utente

test