LA MIA RUNA PERSONALE.- ANSUZ:.=. RUNA MESSAGGERA...su richiesta all'universo per 3 volte è uscita diritta...

Nome antico: ANSUZ

Lettera alfabetica: A

Nume tutelare: Odino o Wotan.-Il Padre, la guida. Dio della parola, della magia, degli sciamani, della morte.

Significato tradizionale : Runa delle energie sacre e del risveglio spirituale, percepita come lo intelletto, la conoscenza. Detiene il potere magico della parola, della poesia del canto e della musica

Significato divinatorio sintetizzato: E' la forza divina in azione, è il verbo che si manifesta con sensibilità mediante incantesimi, invocazioni sacre ed eloquenza oratoria. Con questa runa abbiamo un' indicazione di trasmissione di sapere, infatti esprime la capacità di offrire un valido insegnamento di principi e valori rivelatori di una saggia consapevolezza interiore.

www.astercenter.net

 


Etimologicamente significa la rivelazione delle parole degli dèi, il suono della creazione. Ansuz rappresenta il Verbo emesso dagli dèi durante la creazione.
Spinge all'azione ma raccomanda prudenza e umiltà.
Il consiglio dato non è buono e chi lo ha dato non fa gli interessi del consultante.
Associata ad altre rune con significato negativo può anche suggerire che il consultante soffre, non crescerà mai e non diventerà mai una persona matura.

Significato esoterico:
Vaticinio. Riguarda tutto ciò che attiene alla comunicazione, all'insegnamento e a mestieri quali la scrittura, il giornalismo, etc.

Significato al diritto:
E' sul vostro cammino una illuminazione importante o l'incontro con un maestro interiore.
Un buon consiglio illuminante vi apre nuovi orizzonti.
Arriva una persona nella vostra vita e porta positività.

Nome antico: ANSUZ

Lettera alfabetica: A

Nume tutelare: Odino o Wotan.-Il Padre, la guida. Dio della parola, della magia, degli sciamani, della morte.
Significato tradizionale : Runa delle energie sacre e del risveglio spirituale, percepita come lo intelletto, la conoscenza. Detiene il potere magico della parola, della poesia del canto e della musica

Significato divinatorio sintetizzato: E' la forza divina in azione, è il verbo che si manifesta con sensibilità mediante incantesimi, invocazioni sacre ed eloquenza oratoria. Con questa runa abbiamo un' indicazione di trasmissione di sapere, infatti esprime la capacità di offrire un valido insegnamento di principi e valori rivelatori di una saggia consapevolezza interiore.

ilgiardinodellememorie.forumcommunity.net/?t=5818692 - 76k -

Ansuz

 

Nomi Alternativi: Os, Ass, Ansur

 

Elemento: Aria

 

Significati :

Dritta : Ansuz incarna i principi dell'ordine e della ragione, della coscienza e della comunicazione. Il linguaggio è vitale ma non è che una faccia della comunicazione. Il suo significato tradizionale è " Il Dio" implica la presenza di un governo sopra questi principi. Quando appare ci si può aspettare di guadagnare saggezza sia attraverso un consiglio da una fonte esterna sia da noi stessi.

Ansuz è una Runa messaggero e chiede che noi facciamo attenzione ai segnali che ci si presentano. Molto più probabilmente il messaggio verrà recapitato sul posto di lavoro, durante una riunione o da un superiore. Il consiglio sarà sincero e vi aiuterà

www.magicavalon.com/Arte_divinatoria/rune/Ansuz.htm

 

- ANSUZ: La bocca, comunicazione. Governata da mercurio Ansuz è la runa della comunicazione, specie fra insegnanti e allievi. Ansuz avverte che ci si può aspettare l’arrivo di un visitatore. A rovescio : Vi verra' detta una menzogna.  Problemi negli studi, un esame che non va bene.

ANSUZ
(Ansu)
Valore fonetico e alfabeto latino: lettera A


E' questa la runa del Verbo divino, con la quale il silenzio primordiale viene lacerato dal suono della "parola che ordina". Tale runa si identifica chiaramente con Odino e con il suo volontario sacrificio sull'Albero della Vita.
E' dunque anche runa del "suono-canto" dei sacrifici, delle invocazioni e delle parole sacre, con le quali l'umanità si rivolge al nume, restaurando in tal modo la primitiva unità di cielo e di terra. E' altresì la runa del vaticinio, della bocca-suono che si apre per svelare i misteri, o la volontà di Odino.

La caratteristica oracolare di Ansuz, con le sue valenze sapienzali, la avvicina a quel gruppo di segni divini dette "rune dell'eloquio". Secondo la mitologia nordica, infatti, gli uomini, dopo aver abbandonato il linguaggio ancestrale comune (vedi il mito biblico della Torre di Babele), non sarebbero più stati capaci di comprendere la potenza realizzatrice della parola, il modo d'infondere con essa i principi del pensiero nelle cose. Per ritrovare i valori universali del linguaggio, gli uomini avrebbero dovuto "uccidere il drago", ovvero penetrare nella natura intima della creatura. Essendo la scienza delle rune anche "conoscenza dei nomi occulti" delle cose naturali (vedi mito della Signaturæ Rerum dei latini), chi conosce le rune sarebbe capace di servirsi e di essere padrone del linguaggio sacro primordiale. La runa Anzuz ne sarebbe il mezzo.

A questo punto, è opportuno citare un brano tratto dal testo Introduzione alla Magia, curato dal Gruppo di Ur, e pubblicato in prima edizione intorno agli anni Trenta:

Nel mondo sensibile, l'uomo è come se si trovasse di fronte ad un alfabeto, ad un sistema di segni dei quali, per una oscura amnesia, egli ignora sia la pronuncia che il senso, per cui il suo stesso valore simbolico gli sfugge. Nel mondo sottile, è lo stato di pronuncia che si sveglia nella coscienza.
Dal segno scaturisce il ricordo della parola e del suono - non si percepiscono più forme e corpi materiali, ma ritmi, figure di gesti (...). Chi giunge ad impadronirsi del senso delle cose ha le chiavi dell'Alta Magia (...). Chi abbia compreso una cosa, quegli potrà altresì "parlarla".


Questo "parlarla" è "risolverla" quale cosa, e stabilire virtualmente un rapporto magico con essa. La parola umana risorge allora come Verbo, come "parola vivente".
Ansuz, dunque, è la runa della parola secondo la verità, ossia secondo il senso intimo, iniziatico, delle cose naturali. Chi avesse trovato tale senso (soffio) saprebbe agire nel mondo manifestando il divino, giacché Dio sarebbe il "creatore di ogni discorso", la "bocca" che silenziosamente parla al cuore del saggio. Sotto questo aspetto, Ansuz è la runa della rivelazione che si manifesta successivamente nella scrittura.

Il nome di questa runa deriva dalla radice ans o ass indoeuropea, in latino os, con il significato di "soffio vitale" e anche di "bocca", "fonte". E, tra i tanti nomi di Odino, vi è anche Ossmir, con il significato di "colui che grida soffiando".

Nei testi magici runici Ansuz è presente molto frequentemente, ed è usata con valenze magiche positive.
I riscontri archeologici della runa sono costituiti dall'"Amuleto di Lindholm" del VI secolo e dala "Fibula di Herbrecthingen" dello stesso periodo. Si presume che tali oggetti venissero usati da sacerdoti, oppure da vestali.
Nel testo magico islandese tradotto in latino, già citato, la runa è collegata alle attribuzioni di Juppiter in base a complicati calcoli magico-astrologici.

www.archeostoria.splinder.com/post/4566852/Ansuz - 44k

 

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test