ALLEGORIA...Ed un mattino Dio chiamo’ a se’ i suoi dodici figli.....( ISTRUTTIVO) ....

zodiaco

ALLEGORIA


……ed un mattino Dio chiamo’ a se’ i suoi dodici figli e in ognuno di essi cosparse

il seme della vita umana. Uno dopo l’altro i bambini fecero un passo in avanti per

ricevere il dono che era stato a loro riservato.

 

a te ARIETE, io per primo do il mio seme, in modo che tu abbia l’onore di poter-

lo piantare. Per ogni seme che pianterai piu’ di un milione ne spunteranno nelle

tue mani. Non avrai il tempo di vedere crescere quel seme poiché tutto cio’ che

pianterai creerà a sua volta altri semi che necessiteranno di essere nuovamente

piantati. Sarai il primo a penetrare nei meandri delle menti umane portando la

Mia Idea. Non è pero’ tuo compito nutrire tale Idea o metterla in qualche modo

in dubbio. La tua vita è azione e l’unica azione che io ti chiedo è di fare in modo

che l’uomo divenga consapevole della Mia Creazione. Perché tu possa eseguire

meglio il tuo lavoro, ti faro’ dono della FIDUCIA IN TE STESSO.”


Con calma, Ariete fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

a te TORO, io do il potere di trasformare il seme in sostanza. Il tuo compito è

molto grande e richiede un’altrettanta grande pazienza, poiché dovrai portare

a termine tutto cio’ che è stato iniziato, altrimenti i semi verranno spazzati

via dal vento. Per adempiere a quanto ti chiedo di fare, non dovrai fare doman-

de, non dovrai cambiare idea giunto a metà del tuo lavoro e soprattutto non

dovrai dipendere da nessuno. A questo scopo ti faro’ dono della FORZA. Usala

saggiamente.”

 

E Toro fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.


a te GEMELLI, do le domande senza darti le risposte, in modo che tu possa

acquisire la piena comprensione di tutto cio’ che l’uomo vede attorno a se’.

non saprai mai perché l’uomo parli o perchè ascolti, ma nel tuo bisogno di

risposte troverai il mio dono: LA CONOSCENZA.”


E Gemelli fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.


a te CANCRO, do il compito di far conoscere agli uomini la natura delle

emozioni. La Mia Idea ti spingerà ad indurli a ridere e a piangere, cosi’

che tutto cio’ che vedranno e penseranno svilupperà man mano in loro un

senso di pienezza interiore. A questo scopo ti faro’ dono della FAMIGLIA

in modo che la tua pienezza possa cosi’ moltiplicarsi.”


E Cancro fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te LEONE, io do il compito di rivelare al mondo la Mia Creazione in tutto il

suo splendore. Ma devi stare attento all’orgoglio e ricordare sempre che

si tratta della Mia Creazione, non della tua. Poiché, se ti scorderai di cio’,

l’uomo finirà per nutrire del disprezzo nei tuoi confronti. Vi sarà molta

gioia nel lavoro che ti affido, ma solo se lo eseguirai bene.

A questo scopo ti faro’ dono DELL’ ONORE.”

E Leone fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto


“ a te VERGINE, richiedo un esame dettagliato di tutto cio’ che gli uomini

hanno fatto della Mia Creazione. Devi esaminare minuziosamente i loro

metodi e ricordare loro i propri errori in modo che, tramite te, la Mia

Creazione possa essere perfetta. A questo scopo ti faro’ dono della

PUREZZA DI PENSIERO.”


E Vergine fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te BILANCIA, affido la missione di servire il tuo prossimo, in modo che

l’uomo possa ricordarsi dei suoi doveri nei confronti degli altri. Che egli

possa imparare a cooperare e a valutare il lato negativo delle sue azioni.

Il tuo posto sarà ovunque vi sia discordia e, per ricompensarti dei tuoi

sforzi, ti faro’ dono DELL’AMORE.”

E Bilancia fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te SCORPIONE, affido un compito estremamente difficile. Dovrai avere

la capacità di conoscere le menti umane, ma non ti permettero’ di comu-

nicare cio’ che apprenderai. Molte volte sarai addolorato per cio’ che ti

capiterà di vedere e, nel tuo dolore, ti allontanerai sempre piu’ da Me,

dimenticando che la causa del tuo dolore non sono Io, bensi’ che è la per-

versione della Mia Idea a farti cosi’ tanto soffrire.Conoscerai cosi’ tante

cose dell’uomo che finirai per vederlo come un animale e lotterai cosi’ tanto

con gli istinti animali presenti in te stesso, che finirai per smarrirti lungo la

strada; ma, quando finalmente tornerai a Me, Scorpione, Io ti faro’ dono

DELLA FERMEZZA.”


E Scorpione, fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te SAGITTARIO, chiedo di far ridere l’uomo poiché, fraintendendo la Mia

Idea non debba finire per amareggiarsi. Attraverso il riso infonderai nell’uo-

mo la speranza e, tramite essa, l’uomo rivolgerà nuovamente i suoi occhi a Me.

Verrai in contatto con molte vite, anche se solo per pochi momenti fugaci e,

conoscerai l’insoddisfazione che si cela dietro ognuna di esse. A te Sagittario

offriro’ il dono DELL’INFINITA ABBONDANZA, in modo tale che tu possa

diffonderla e riportare la luce in ogni angolo di oscurità.


E Sagittario, fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te CAPRICORNO, richiedo il sudore della tua fronte, in modo che tu possa

insegnare all’uomo a lavorare. Il tuo compito non è facile, poiché dovrai

sopportare sulle tue spalle la fatica di tutti gli esseri; ma, per cio’ che

riguarda il legame costituito dai tuoi fardelli, metto LA RESPONSABILITA’

DELL’UOMO nelle tue mani.”


E Capricorno, fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

“ a te ACQUARIO, dono il concetto di futuro, in modo che l’uomo possa vedere

che esistono anche altre possibilità. Soffrirai una certa solitudine poiché non

ti permettero’ di personificare il Mio Amore. Ma, per consentire all’uomo di

guardare verso nuove possibilità, ti faro’ dono DELLA LIBERTA’ e tu potrai

cosi’ continuare a servire l’umanità ogni volta che essa ha bisogno di te.”

E Acquario, fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.


a te PESCI, affido il compito piu’ difficile. Ti chiedo di assorbire in te stesso

tutte le pene dell’uomo e di rimetterle a Me. Le tue lacrime devono finire per

diventare le Mie lacrime. Le pene che sarai costretto ad assorbire in te sono

l’effetto del fraintendimento della Mia Idea da parte dell’uomo, ma devi

avere un atteggiamento di compassione nei suoi confronti, in modo che egli

possa avere un’altra opportunità per ritentare nuovamente. Per questo compi-

to cosi’ difficile verrai ricompensato con il dono piu’ grande. Sarai l’unico dei

miei dodici figli che potrà comprendermi. Ma questo dono di comprensione è

per te, Pesci, e se cercherai di comunicarlo agli altri uomini non ti sarà dato di

essere ascoltato.”

E Pesci, fece un passo indietro e ritorno’ al suo posto.

 

Allora Dio disse: “Ognuno di voi possiede una parte della Mia Idea. Non dovrete scam-

biare quella singola parte con la globalità della Mia Idea, né deside-

rare di scambiarvi le parti gli uni con gli altri. Ognuno di voi è

perfetto, ma sarete consapevoli di cio’ soltanto quando sarete diven-

tati UNO. Allora la completezza della Mia Idea si paleserà in ognuno

di voi.”


Essi se ne andarono, ognuno determinato ad eseguire al meglio il compito per il quale

aveva ricevuto il suo dono. Ma nessuno comprese pienamente né il compito né la portata del dono che gli era stato conferito e, quando tornarono imbarazzati al cospetto di Dio, Egli disse: “ Ognuno di voi crede che i doni degli altri siano migliori. Vi consentiro’

quindi di scambiarli tra di voi.”


Cosi’, almeno per il momento, ognuno di loro si senti’ esaltato considerando tutte le possibilità che gli venivano offerte dalla sua nuova missione.


Ma Dio sorrise e disse: “ Tornerete da Me molte volte chiedendo di venire esonerati

dalla vostra missione ed ogni volta esaudiro’ il vostro deside-

rio. Passerete attraverso innumerevoli incarnazioni prima di

poter portare a termine la missione originaria che vi avevo

affidato. Vi daro’ un tempo illimitato perché cio’ accada, ma

solo quando avrete ultimato la vostra missione potrete final-

mente restare con Me.”


da ZODIACO – Il linguaggio dimenticato.


marinella... CIAO{#emotions_dlg.salut}


 

 

 

 

 

 

 

 

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test