SCOPRI LA TUA VOCE .(CERCHIAMO DENTRO DI NOI,.E' LI CHE CI SIAMO PERSI..)

SCOPRI  LA  TUA  VOCE....

 

Se scegli seguendo le tue inclinazioni, l'intuizione… [la voce interiore] è molto forte nei bambini ma, a poco a poco, diventa più debole. le voci dei genitori e degli insegnanti, della società e del prete, diventano sempre più forti. ora se vorrai scoprire qual è la tua voce, dovrai prima attraversare una foresta di rumori.

Guarda dentro: a chi appartiene questa voce? a volte è il padre, a volte la madre, a volte il nonno, a volte ancora l’insegnante; e queste voci sono tutte diverse. solo una cosa non riuscirai a trovare: la tua stessa voce. è stata sempre repressa. ti hanno detto di dare ascolto a chi è più grande di te, al prete, all'insegnante. non ti hanno mai detto di ascoltare il tuo cuore.

Hai dentro di te una voce piccola e fievole che ti appartiene, una voce inascoltata e quasi impossibile da trovare tra la folla di voci che ti hanno imposto. prima di tutto ti dovrai liberare di tutto quel rumore, dovrai arrivare a una certa qualità di silenzio, di pace, di serenità. solo allora arriverà la sorpresa: anche tu hai una voce. era rimasta sempre presente come una corrente sotterranea.

Se non scopri le tue inclinazioni naturali, la tua vita sarà una lunghissima tragedia, dalla culla alla tomba. le uniche persone estatiche al mondo sono quelle che hanno vissuto seguendo la propria intuizione e che si sono ribellate contro ogni tentativo fatto dagli altri per imporre le loro idee. per quanto valide siano quelle idee, non hanno alcuna utilità perché non ti appartengono. l’unica idea significativa è quella che nasce dentro di te, cresce dentro di te, fiorisce dentro di te."

Primo stadio: chi parla, prego?


Qualsiasi cosa fai, pensi o decidi, chiediti: viene da me, o è qualcun altro a parlare?

Quando scoprirai a chi appartiene veramente la voce, rimarrai sorpreso. forse è tua madre; sarà come sentirla parlare. forse è tuo padre; non sarà difficile da scoprire. tutto rimane registrato dentro di te esattamente come ti era stato dato la prima volta – i consigli, gli ordini, la disciplina, i comandamenti. potresti scoprire molte persone: i preti, gli insegnanti, gli amici, i vicini, i parenti.

Non occorre lottare. basta sapere che non è la tua voce ma quella di qualcun altro – chiunque sia; sai comunque che non la seguirai. quali che siano le conseguenze – buone o cattive – ora hai deciso di muoverti con le tue gambe, hai deciso di essere maturo. sei rimasto un bambino per un tempo sufficiente. sei rimasto dipendente già abbastanza. hai ascoltato tutte quelle voci e le hai seguite per un tempo sufficiente. e dove ti hanno condotto? nel caos.

Secondo passo: grazie…e addio!


Quando hai identificato la persona a cui appartiene la voce, ringraziala, chiedile di lasciarti e dille addio.

La persona che ti ha dato quella voce non era tuo nemico. non aveva cattive intenzioni, ma qui non si tratta di intenzioni. il fatto è che quella persona ti ha imposto qualcosa che non proviene dalla tua sorgente interiore; e qualsiasi cosa che arrivi dall’esterno ti rende schiavo a livello psicologico.

Quando dici chiaramente a una delle voci: ‘lasciami’, la tua connessione con essa, la tua identità con essa, è spezzata. era in grado di controllarti perché pensavi fosse la tua voce. la strategia era l’identità. ora sai che non sono i tuoi pensieri, non è la tua voce; è qualcosa di estraneo alla tua natura. riconoscerlo è sufficiente. liberati delle voci che sono dentro di te e vedrai che presto potrai sentire, con grande sorpresa, una voce sottile e fievole che non avevi mai ascoltato prima… riconosci improvvisamente che si tratta della tua voce.

E' sempre stata presente, ma è molto sottile, fievole, perché è stata repressa da quando eri un bambino piccolissimo, e la voce era anch’essa piccola, un piccolo germoglio che è stato ricoperto da spazzatura di ogni tipo. ora porti con te tutta quella spazzatura, e ti sei dimenticato della piantina che è la tua vita – ma essa è ancora viva, e sta aspettando di essere riscoperta. scopri la tua voce e poi seguila, senza paura.

Dovunque ti conduca, quello è lo scopo della tua vita, quello è il tuo destino. è solo così che potrai sentirti realizzato e soddisfatto. è solo così che fiorisci – e, in questa fioritura, finalmente puoi sapere.

tratto da osho the rebel

cembolina.style.it/cat/osho/11534

****************************************************************

Meditazione nel Web » Immagini per la meditazione (la foto, eyes in orient, è © fotolia.com)

Uomo Conosci te stesso

INVOCAZIONE AL SE’

Tu che Sei Me stesso,
centro luminoso del mio essere,
scintilla divina del Tutto,
manifestati nella mia mente
come Luce e Conoscenza.

Rilevati nel mio Cuore,
come Amore ed Unità.

Esprimiti nel mio corpo
come attività ordinata ed
altruistica.

Utilizza tutta la mia personalità
come canale e strumento
di servizio.

Dammi l’intuizione di capire,
il Tuo proposito e la volontà per
realizzarlo.

Risveglia la mia Coscienza

affinche io possa finalmente
riconoscermi ed affermare:

IO SONO TE’ !

*************************************

VOCE

Questa invocazione aiuta ad incanalare il proprio pensiero attraverso un canale che..... automaticamente ci aiuterà a non essere più cosi attenti alle voci altrui.

La dispersione energetica potrà essere cosi " controllata" dall' INTENZIONE di non essere più dei semplici seguaci ma di poter finalmente sperimentare la.... nostra VOCE..

Questo è stato il " lavoro" che in questi anni ho praticato alla ricerca della mia individualità, mettendo così sotto una lente d'ingrandimento, ( discussione) il bagaglio di conoscenze ricevute durante la vita..

Certamente la fase iniziale è stata quella della ribellione, ho iniziato a far lavorare la mia testa, questo è stato talmente sconvolgente  che spontaneamente senza fatica alcuna mi sono trovata a buttare nella spazzatura circa tre quarti delle pseudo conoscenze ricevute dall'esterno come verità indiscusse....

Oggi qualcosa è cambiato a tal punto che la prima domanda la pongo al mio SE'. Questo nuovo atteggiamento non esclude comunque l'ascolto esterno semplicemente ho preso coscienza che anch'io possiedo l'Intelligenza  insita in ogni cellula vivente.

Dunque, in primis cerco di ascoltare la mia voce, questo atteggiamento mi aiuta ad evitare alcuni stati emozionali che ora riconosco non miei.

La chiave è " padronanza degli stati d'animo". Oggi posso non trovarmi più coinvolta in situazioni che non mi sono affini. Questo discernimento mi da la possibilità di scegliere se intrattenermi oppure andare oltre.

Quando ci troviamo intrappolati nella forza tumultuosa del ciclone bisognerebbe avere accumulato abbastanza energia per poter spostarsi nel centro dello stesso dove tutto è quieto, pacificato = il SE'

Un abbraccio Marinella..{#emotions_dlg.emoticon_grandi_47}


(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.emoticon_grandi_47}

Login utente

test