come gestire la gioia distribuita dal sistema planetario.. ...( C' E' POSTA PER LEO )

Io, (termine egocentrico).

Io voglio parlarvi della mia esperienza. Però il dover mettere un "Io" nel discorso, vi assicuro, non significa che mi faccia.....piacere.

Parlerei meglio di un "Noi Che Siamo", visto che "Io" da solo, non conto. Però credo mi tocchi aver pazienza ed aspettare.

Ora, l'insieme di cellule viventi che mi compongono vuole comunicarvi ciò che lui vive e prova della vita. Ma chi è lui, lo avete mai visto? Neanche a me piace vederlo....il mio io in faccia.....ogni mattina che mi sveglio.....lui, con sempre quella faccia da pazzo!

No, No, scherzavo, veramente volevo dire che quando in certi momenti mi sono specchiato e mi sono guardato dentro gli occhi ho detto:

QUANTO E' BELLA  E DIVERTENTE QUESTA OPERA DI TEATRO !!

Guardati bene dentro gli occhi, (anche se stai dentro un cesso dell'autostrada, è uguale!), guardati bene dentro gli occhi.... e cerca di farti le domande fondamentali:

CHI SEI !!!

COSA STAI FACENDO !!!

PERCHE' SEI LI' E DOVE STAI ANDANDO !!!

DOVE STAI E A COSA SERVE TUTTO QUESTO.

Vedo una moltitudine scappar via come topi impauriti.

Vedo l' esperienza che rimane ferma ad aspettare.

Vedo il non Io godere come un pazzo.

CHI SEI "NON IO" ?......PARLA SE VUOI STARE CON NOI !!

MA IL "NON IO" NON HA NULLA DA PERDERE E DA DIRE

Rimane lì, come nulla fosse; Il "non io" che è in me dura da milioni di anni, c'è sempre ed è di tutti.

Non Io, come sei bello e come ti AMO !!! Tu che sei amico anche delle GALASSIE !!

Non Io caro, ti prometto, non ti porterò a nessun concorso di scrittori, ti prometto che non avvilirerò il tuo spirito, Non Io, "perdonami"....sono innamorato di te!!!....

Solo che adesso ci devi aiutare, perchè dobbiamo fare il nostro sviluppo, quello che è nostro dovere. Ti chiedo di lasciarcelo fare in tranquillità.

"NON IO" facci vivere ciò che decidiamo.

Per esempio mi stà sui coglioni la guerra...

"NON IO",  I BAMBINI E GLI ABITANTI DELLA TERRA MUOIONO ....PER LA GUERRA, NON MI DIRE CHE SEI SOCIO DI QUESTI MALATI !!!

FAI

FAI

FAI

FACCIAMO

FACCIAMO

INSIEME

QUALCOSA !

L' ARTE DI VIVERE..LA LINFA E L'ALBERO..

http://lnx.contro-mano.net/wp-content/uploads/mezzepenne/Tree_Of_Light_by_lowapproach.jpg

Bellissima dichiarazione d'Amore alla FONTE Pollice su Grazie Leo..

Quando l'ego, l'intelletto,la mente e i sensi sono pienamente sostenuti dall' Essere assoluto,essi diventano efficenti.Allora l'esperienza vita diventa più profonda e l'attività più potente.

In questo modo tutte le sfere della vita individuale diventano più utili per la società e anche per l'intero cosmo. Un Maestro contemporaneo mi ha un giorno chiarito con l'esempio dell'albero il senso del mio sentire, con questa spiegazione che mi ha chiarito il mio modo di pensare, allora confuso...

Eccolo....

La linfa è la base della radice e dell'intero albero. La radice si trova fra l'area trascendentale è l'aspetto esteriore dell'albero. Allo stesso modo l'aspetto soggettivo della vita, l'uomo interiore ( ego, mente, e sensi ) sta fra l'Essere tascendentale ( la base della nostra vita ) e il campo esteriore grossolano dell'esistenza oggettiva.

L'arte di vivere richiede, che la mente tragga il potere dall'Essere, e lo passi al corpo e all'ambiente circostante. Perchè un albero possa crescere sino alla maturità la radice deve essere efficente affinchè, il nutrimento dell'ambiente circostante, possa venire assorbito dalla radice e trasmesso alle diverse parti dell'albero esteriore..

L'uomo esteriore dovrebbe assorbire i valori dello stato trascendentale assoluto della vita in modo che li possa trasmettere agli stati relativi esteriori, arricchendo così ciascun aspetto col potere dell'ESSERE assoluto. In questo modo la mente lavora in modo tale che, ogni pensiero individuale, prende forza dall'intelliganza cosmica. Ed è così, che l'energia  creativa dell'individuo, viene automaticamente potenziata dall'illimitata energia dell' Essere COSMICO.

Questo stato di comunione ci "regala" un diretto contatto con l'influsso Assoluto.. Questa è stata la spiegazione del Maestro che, nel 1986, mi ha aperto una nuova finestra sui MONDI.

L'arte per eccellenza, oggi è per me... l'arte di vivere, perchè permette all'uomo di compiere il massimo nel mondo, e allo stesso tempo di godere una vita di libertà nella Coscienza Divina..

La linfa alimenta l'albero e l'albero manifestala la vita nelle sue innumerevoli espressioni.. Dunque, è l'insieme dell'uomo che manifesta la VITA....

.Tutto è Puro per il Puro !!!!

Rispondo gioiosamente al tuo invito, dicendo che :"Anelando alla Linfa =FONTE automaticamente alimento il mio Io e l'ambiente circostante".

Un abbraccio nella LINFA e nell'albero.. .Ciao!

la truffa dell' altrove

Carissima, come sono contento di quello che hai scritto. Veramente mi erano venuti dubbi perchè certe cose le scrivo di getto, come un pazzo! Forse devo sfogarmi, qualche volta.

Si, ritroviamoci nella linfa di un albero, gireremo un pò nell'essere. La vita vegetale è l'unica fonte di zuccheri e di ossigeno, è fonte di vita...

All'università ci facevano studiare i fiori al microscopio binoculare, beh descriverti lo splendore nascosto in un piccolo fiore è impossibile: ci sono ambienti paradisiaci dentro un piccolo fiore, con colori stupendi che grazie alle infinitesime goccioline di umidità diventano vellutati e accesi come un "neon"....non ci sono parole per parlare della bellezza del mondo vegetale. Io voglio averne il massimo rispetto....

Camminare per strada e rendersi conto dello scorrere della vita intorno, dallo splendore dei fiori alla magnitudine dell'universo. Ci hanno abituato all'altrove, un paradiso, un posto per i santi, il luogo di dio, una vita gioiosa e consapevole....si, ti dicono che esiste, ma altrove.

E invece è tutto qui ed ora, il meraviglioso miracolo della vita è qui intorno a noi, insieme a noi, ruota come noi...qui ed ora, attimo dopo attimo anche DENTRO di noi: a volte nel dormiveglia mi diverto a concentrarmi per essere consapevole di tutti gli scambi molecolari che in quel momento stanno avvenendo nel mio corpo. Non sono un fisiologo però riesco a immaginarmi come si svolge, anche in quell'attimo, lo svolgersi della vita. Con il suono del cuore in sottofondo, mi muovo fra tessuti e fibre, pareti cellulari al lavoro, sento che il tutto vive di armonia, armonia di amore, scambi vitali fatti con la gioia di collaborare...condividere con gioia la vita.

Vorrei che anche i ciechi fossero capaci di vedere che la vita, lo spirito dell'universo, la perfezione vivente, la gioia e lo splendore sono qui ed ora, non stanno altrove!!!

ciao bellissima sorella e amica mia, grazie grazie!!  (perdonatemi gli sfoghi...)

ps: come posso aggiungere foto del mio archivio? (tu ne hai di bellissime).

Login utente

test