L’Uomo Nuovo Secondo… Osho ......27...9...13.

 

L’Uomo Nuovo Secondo… Osho

 

 

 

 

 

 

 I PRIMI RAGGI DI UNA NUOVA UMANITA

Domanda...

 

 

OSHO...SECONDO TE , QUAL è IL FATTO Più SIGNIFICATIVO CHE STA ACCADENDO OGGI NEL MONDO?


 

Un uomo nuovo sta nascendo. Il volto dell’uomo nuovo non è ancora chiaro, ma nel mondo sta accadendo una grande rivoluzione.

 

Sarà molto più profonda di quella che accadde quando le scimmie cominciarono a camminare sulla terra e divvenero esseri umani. Quel cambiamento diede origine alla mente, quella mutazione apri la porta  alla piscologia. Ora accadrà un’altra mutazione di gran lunga più significativa che introdurrà l’anima, e l’uomo non sarà più solo un essere piscologico, sara anche spirituale. State vivendo in una delle epoche più vitali che mai asistite.


 

L’uomo nuovo è gia arrivato in frammenti, ma solo in frammenti. Ed è arrivato da secoli, ma solo a sprazzi. E’ così che le cose accadono; quando arriva la primavera, inizia con un fiore. Ma quando quel fiore è presente si può essere certi  che la primavera non è lontana, è arrivata. IL primo fiore ha annunciato la sua venuta: Zaratustra, Krishna, Lao Tzu, Buddha, Gesù, questi sono stati i primi fiori. Ora l’uomo nuova nascera su scala più vasta.


 

Secondo me, questa nuova consapevolezza è il fatto più importante che sta accadendo oggi.

 

Voglio accennarvi qualcosa su questa nuova consapevolezza, su i suoi orientamenti e sulle sue carateristiche perché ognuno di voi la deve aiutare a uscire dal grembo della coscienza in cui si trova: voi stessi dovete essere questa consapevolezza. L’Uomo Nuovo non si può spostare dal nulla, deve nascere attraverso di voi. Egli può nascere solo dal vostro grembo. Il sannyas è un esperimento x ripulire il terreno, per permettere ai nuovi semi di cadere: solo cosi potranno germogliare.


 

Se comprendi il significato dell’uomo nuovo, sarai in grado di capire anche il significato del sannyas; e proprio perché il sannyas si preoccupa dell’uomo nuovo, e tutti i tipi di ortodossie all’antica saranno contro di me e contro il sannyas, poiché questa nuova mutazione segnerà la sua fine. Se il sannyas ha succeso, se l’uomo nuovo ha succeso, il vecchio dovrà scomparire. IL  vecchio può vivere solo se l’avvento  dell’uomo nuovo non viene ostacolato. Ma ora non può più essere ostacolato, perché non si tratta solo dell’avento dell’uomo nuovo nell’esistenza: è in gioco la soppravivenza dell’intero pianeta, della consapevolezza stessa, della vita stessa. E’ una questione di vita o di morte. L’uomo vecchio è invischiato in un processo distruttivo globale, e giunto allo stremo delle sue forze. Ogni giorno, con il vecchio concetto di uomo non esiste più alcun tipo di vita: l’unica possibilità è la morte.


L’uomo vecchio si sta preparando a un suicidio globale; sta ammucchiando bombe atomiche per commettere un suicidio collettivo. Si tratta di un desiderio del tutto inconscio. Anziché permettere all’uomo nuovo di esistere, l’uomo vecchio vorrebbe distruggere l’intero pianeta.  E’importante comprenderlo, e si deve proteggere il nuovo perché esso porta con sé l’intero futuro.   L’uomo è giunto a un livello in cui è possibile un grande salto di qualità.   L’uomo vecchio viveva rivolto verso l’altro mondo, si opponeva a questo mondo: viveva costante mente rivolto al paradiso si preoccupava più per la vita che ci sarà dopo la morte che per la vita che esiste prima della morte. L’interesse per l’uomo nuovo sarà per la vita che si vive prima della morte egli si interesserà a questa vita perché se ce ne si prende cura, l’altra vita seguirà di conseguenza.


Non occorre preoccuparse ne, non occorre pensarci.  L’uomo vecchio si preoccupava troppo di Dio. Quell’interesse era frutto della paura. L’uomo nuovo non si interesserà affatto di Dio, ma vivrà e amerà questo mondo e, come conseguenza di questo amore, egli sperimenterà l’esistenza di Dio. L’uomo vecchio era speculativo, l’uomo nuovo sara esistenziale.  E’ possibile definire l’uomo vecchio con questa affermazione delle Upanishad “neti, neti; né “quello né quello”.  L’uomo vecchio era negativo, negava la vita, la denigrava.

 

L’uomo nuovo affermera la vita,”iti,iti; sia questo che quello. L’uomo vecchio si interessava ha “quello”, l’uomo nuovo si interessa ha questo? Perché e da questo che è nato, e se ti interessi troppo a “quello”, ti sfuggirano entrambi.


IL DOMANI è RACCHIUSO NEL VENTRE DELL’OGGI.


 

Prenditi cura dell’oggi, e ti sarai presso cura del domani. Non è necessario preocuparsi del domani. Se te né preoccupi, ti lascerai sfuggire l’oggi. Il domani si presenta come “oggi”, arriva sempre come “oggi”. Se hai appreso quel abbitudine suicida che ti porta a lasciarti sfuggire l’oggi, ti lascerai sfuggire anche il domani: continuerai ha lasciarti sfuggire il momento presente.


 

OSHO

 

www.energyage.it/.../luomo-nuovo-secondo-osho

 

NAMASTE' MARINELLA{#emotions_dlg.salut}

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test